Elezioni 2009, oltre 50 milioni gli elettori chiamati al voto

0
287

Sabato 6 giugno, dalle ore 15.00 alle ore 22.00, e domenica 7 giugno, dalle ore 7.00 alle ore 22.00, tutti i cittadini italiani aventi diritto di voto sono chiamati a votare per eleggere i 72 membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia. Contestualmente, nei comuni e nelle province dove sono in scadenza gli organi elettivi, si voterà per eleggere il sindaco e/o il presidente della provincia e per rinnovare i consigli comunali e provinciali. Sono 62 le province interessate dal voto e 4.281 i comuni (di cui 30 capoluoghi di provincia) dove i cittadini sono chiamati alle urne per eleggere il sindaco e i consiglieri comunali. In caso di ballottaggio per l’elezione dei presidenti di provincia e dei sindaci si voterà domenica 21 giugno, dalle ore 8.00 alle ore 22.00, e lunedì 22 giugno, dalle ore 7.00 alle ore 15.00, in contemporanea con la consultazione referendaria. Per poter esercitare il diritto di voto presso gli uffici elettorali di sezione nelle cui liste risultano iscritti, dovranno esibire, oltre ad un documento di riconoscimento valido, la tessera elettorale personale a carattere permanente, che ha sostituito il certificato elettorale. Chi avesse smarrito la propria tessera personale, potrà chiederne il duplicato agli uffici comunali, che, a tal fine, saranno aperti dal lunedì al venerdì antecedenti l’elezione, dalle ore 9 alle ore 19, il sabato di inizio delle votazioni dalle ore 8 alle ore 22 e la domenica per tutta la durata delle operazioni di voto.

Lascia un commento