Consulenza legale gratuita per separazione e divorzio

2
525

Riparte da Novara il servizio di consulenza legale gratuita rivolto ai cittadini in via di separazione, separati o divorziati presentato nel marzo scorso dall’Associazione Italiana Genitori Separati.
“Dopo il notevole sforzo organizzativo dei mesi iniziali ed i positivi riscontri ottenuti, ci attendiamo grandi risultati nella seconda parte dell’anno, grazie anche al lavoro rapido e preciso di una squadra sempre più affiatata. La ‘sfida’ per questa prima edizione – spiega il presidente Fabrizio Dell’Anna – è quella di consolidare un’iniziativa utile e di grande solidarietà con l’obiettivo di renderla duratura e replicabile su tutto il territorio nazionale”.
Il servizio, per ora attivo in otto città italiane (Cosenza, Genova, Milano, Novara, Perugia, Roma, Treviso e Verona), è articolato in un ciclo di incontri a cadenza mensile che offre, attraverso un colloquio individuale, una seria opportunità di orientamento a chi sta vivendo una situazione conflittuale in famiglia.
Di seguito le date a calendario:
Cosenza – 29 settembre, 30 ottobre, 27 novembre 2009
Genova – 25 settembre, 23 ottobre, 20 novembre, 11 dicembre 2009
Milano – 14 settembre, 14 ottobre, 18 novembre 2009
Novara – 12 settembre, 17 ottobre, 14 novembre, 12 dicembre 2009
Perugia – 25 settembre, 23 ottobre, 20 novembre, 11 dicembre 2009
Roma – 30 settembre, 21 ottobre, 18 novembre 2009
Treviso – 24 settembre, 22 ottobre, 19 novembre, 10 dicembre 2009
Verona – 25 settembre, 23 ottobre, 27 novembre, 11 dicembre 2009
Per prenotarsi è possibile contattare la segreteria dell’associazione al 327 3894259 dal lunedì al venerdì dalle 15:00 alle 21:00 ed il sabato dalle 10:00 alle 13:00 oppure inviare una e-mail a segreteria@aiges.org.
Per ulteriori approfondimenti: http://www.aiges.org

2 Commenti

  1. avrei grande bisogno di una consulenza legale per quanto riguarda il mio caso.
    sono separato dal 2004 dopo aver acqiustato in regime di comunione di beni un immobile con buona parte di una eredità percepita da me e dopo 40anni di lavoro tutte le mie risorse investite nell’immobile,mia moglie dopo avermi trascinato davanti ad una mediazione pretende il valore della metà della casa e in piu se mi concede il divorzio vuole anche un mantenimento da premettere che sto ancora pagando un mutuo per la casa e che lei non ha mai partecipato ad alcuna spesa.Lei gode del patrocinio gratuito e continua ad infierire nei miei confronti.Facciopresente che io ho un invalidità del 75% ed in piu mi e stata riconosciuta una malattia professionale non ho alcuna assistenza da parte dei miei familiari figlia compresa .cOMEPOSSO DIFENDERMI DA TUTTO QUESTO,achi posso rivolgermi come avvocato

Lascia un commento