Vacanze pasquali e iniziative del Governo per il turismo

1
339

Il ministro Michela Vittoria Brambilla, nel corso di un incontro con la stampa a Palazzo Chigi il 25 marzo 2010, ha illustrato le azioni del “Patto per il turismo” che il governo ha portato a termine. Queste, in sintesi, le misure: – rafforzamento della politica nazionale del turismo; – investimenti nel settore; – sostegno alle imprese sotto il profilo del credito e della semplificazione; – proroga delle concessioni demaniali marittime per le imprese balneari, fino al 2015; – più comunicazione all’estero, con migliaia di spot sulle televisioni più importanti dei principali mercati di interesse; – introduzione dei “Buoni vacanze”, un contributo alle famiglie a basso reddito, ai giovani, agli anziani e ai diversamente abili; – riapertura in rete del portale www.italia.it, richiesto dagli operatori del settore, visto che oggi molte vacanze si scelgono on line; – sostegno all’occupazione, ad esempio con i buoni lavoro, e alla formazione; – partecipazione alle grandi fiere internazionali e promozione dell’immagine dell’Italia. Per quanto riguarda le prossime vacanze pasquali, le previsioni sono buone. La destinazione principale rimane l’Italia (69,7 per cento) mentre il 23,6 per cento si recherà all’estero e il 6,7 per cento deve ancora decidere la destinazione. I prodotti turistici preferiti sono in Italia mare (31,2 per cento), città d’arte (27,6) e montagna (25,3); all’estero le capitali culturali (54,3 per cento).