Il comparto del tabacco tra riconversione e ristrutturazione.

0
166

Arezzo – Il comparto del tabacco tra riconversione e ristrutturazione.

E’ questo il tema dell’importante convegno organizzato dalla Provincia di Arezzo e dal Comune di Anghiari in programma venerdì 3 dicembre nella Sala audiovisivi di Anghiari.

“L’Assessorato all’agricoltura della Provincia di Arezzo – spiega l’Assessore Andrea Cutini – è stato individuato come capofila in Toscana per le questioni inerenti al comparto tabacchicolo. Nel territorio aretino, e in particolare nella Valtiberina Toscana, si hanno infatti la maggior quota di produzione regionale, un elevato grado di specializzazione e di qualità produttiva ed un’alta intensità di manodopera
impiegata. Delle 260 aziende agricole toscane attive, ben 223 sono aretine con una superficie coltivata a tabacco di 1.723 ettari, ed il comparto ed il suo indotto hanno una rilevanza economica e sociale strategica per il nostro territorio.

Quest’anno ha rappresentato il concreto avvio delle politiche per il settore legate al Piano di Sviluppo Rurale che produrranno i loro effetti fino al 2013; nei numerosi incontri tenutisi in sede regionale e provinciale per dare concreto avvio alle misure di incentivo di questo strumento la presenza attiva delle istituzioni a fianco delle associazioni tabacchicole e il confronto che ne è scaturito è stato, a mio avviso, la chiave per l’attuazione di politiche condivise. E’ proprio per mantenere aperto il confronto che abbiamo voluto questo convegno dove sarà affrontato il significativo tema della sostenibilità e delle prospettive future della nostra tabacchicoltura e saranno presentate strategie di sviluppo per il
settore”, conclude l’Assessore Cutini.

I lavori del convegno prevedono le relazioni di Denis Pantini di Nomisma, di Renato Contillo del consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura, di Luciano Zoppi della Regione Toscana, di Andrea
Marazzi, direttore generale della Manifatture sigaro toscano, di Andrea Vincenti dello Studio agronomico Vincenti e di Francesco Barbagli, Presidente del CdA della Romana Maceri.

L’inizio del convegno è previsto per le 9.30 mentre le conclusioni dell’Assessore Cutini sono in programma alla fine della mattinata.