Vigilia beatificazione, traffico già in tilt, consigliere PD De Luca;”Pessima organizzazione da parte del Campidoglio”

0
363

Roma blindata, limitata anche ai residenti. “I vigili urbani stanno affiggendo sulle abitazioni della zona di Porta Cavalleggeri l’ordinanza con cui si avvisano i residenti di spostare le auto, pena, la rimozione forzata. Il Comune ha creato una zona rossa” attacca il consigliere del Pd, Athos De Luca.

Il Campidoglio dispone che, in occasione della cerimonia di beatificazione di Giovanni Paolo II, dalle ore 4 del mattino del 1° maggio e fino a, cessate esigenze, in tre municipi non potranno transitare pullman, motorini, bus e auto private.

“Il quartiere attorno a via delle Fornaci è chiuso anche ai residenti, non era successo neanche durante dei funerali di Giovanni Paolo II”, si lamenta Luca Sorrentino, residente nella zona, “e il Campidoglio non ha fornito nessuna alternativa su dove parcheggiare”.
“Il che”, sostiene il capogruppo capitolino del Pd Umberto Marroni, “è il chiaro segno della improvvisata progettualità della macchina organizzativa del Campidoglio”.

I primi disagi per i romani sono iniziati questa mattina. A partire dalle ore 7, in previsione della veglia di questa sera al Circo Massimo, via dei Cerchi è stata chiusa (24 linee di bus saranno deviate, per info www. atac. roma. it) e, a seconda delle esigenze, ci saranno restrizioni anche in piazza di Porta Capena, via del Circo Massimo, via della Greca, piazza Bocca della Verità, via Petroselli, viale delle Terme di Caracalla, via Celio Vibenna, via di San Gregorio e viale Aventino.

Dalle ore 4 di domani e fino a che sarà necessario, sarà chiusa al traffico la Ztl del centro storico ma come ogni sabato i varchi saranno attivi anche stasera dalle 23 alle 3.
Sempre dalle 4 di domani sarà vietata la circolazione e il parcheggio in numerose strade del XVII municipio: viale del Vaticano, via Leone IV, viale delle Milizie, via Lepanto, via Marcantonio Colonna, via Cicerone, piazza Cavour, piazza Adriana, piazza Pia, largo Giovanni XXIII, lungotevere in Sassia.
Nel XVIII municipio le strade interdette saranno invece largo 3 giugno 1849, via Aurelia Antica, viale Leone XIII, piazza Pio XI, via Anastasio II e via Aurelia.

In queste strade si potrà passare soltanto a piedi, ma avranno comunque libero accesso le auto delle forze dell’ordine, le ambulanze, i veicoli per il pronto intervento per acqua, gas, luce e telefono e i mezzi adibiti al trasporto di malati che necessitano di terapie urgenti.