Mostre: pietra lavorata e moda a Castel San Niccolò

0
189

Firenze – Pietra lavorata e moda, due eccellenze toscane, caratterizzano la XVI edizione della Biennale della Pietra Lavorata che si tiene nel centro storico di Castel San Niccolò (Ar) dal 20 al 28 agosto. Oltre 75 stand con 200 espositori saranno presenti nelle 9 giornate di musica, spettacolo e moda.

“Una manifestazione di interesse a livello nazionale – ha detto il presidente della commissione regionale Territorio e Ambiente Vincenzo Ceccarelli, nato proprio a Castel San Niccolò – perché unisce attività come lo scultore e lo scalpellino, lavori che richiedono entrambi perfezione e design. La mostra diventa un’occasione per dare visibilità e giusto riconoscimento ad un mestiere antico, quello dello scalpellino, di cui il paese vanta una grande tradizione, attività artigianali che oggi rischiamo di perdere ma che rappresentano un’importante prospettiva di lavoro anche per i nostri giovani”.

La moda viene collegata all’artigianato di qualità e alla lavorazione della pietra: le piazze vengono allestite con il Panno Casentino e sfilate animano le serate. Alla biennale partecipano noti artisti toscani ed internazionali, come Alberto Ballerini (Firenze), Enzo Scatragli (Arezzo), Maurizio Masini (Siena), Silvio Santini (Carrara), Ricardo Kersting (Brasile), Rumen Dimitrov (Bulgaria) e Maria Caminos (Argentina).

“La tradizionale mostra della pietra lavorata – ha dichiarato in una nota il sindaco Paolo Renzetti – da questa edizione si arricchisce e si rinnova con sfilate di moda, curate da aziende aretine, per valorizzare i prodotti tipici locali, come il panno del Casentino. Un’altra novità è rappresentata dal simposio in cui alcuni artigiani della pietra caveranno dal materiale grezzo le opere e gli utensili a testimonianza del lavoro e della tradizione propria di questa terra”.

Quattro le aree tematiche di quest’anno: Artigiani, Artisti, Eventi e Concorso Academy. Per quanto riguarda gli stand, l’allestimento è stato completamente ridisegnato, in particolare verrà sottolineata la divisione tra Artigiani ed Artisti che sarà evidenziata dall’opposta cromia verde/arancio del Panno Casentino. La netta distinzione, per valorizzare al meglio le opere e i prodotti, sarà immediata: gli stand degli Artisti saranno realizzati con il tessuto Casentino verde smeraldo, mentre quelli degli Artigiani saranno in realizzati nel tipico arancio Casentino.

Gli eventi con sfilate di moda e i concerti dei Bakkano e degli Alter Ness si terranno nei Giardini di piazza Vittorio Veneto. Il Concorso Academy metterà alla prova 8 studenti provenienti dalle Accademie delle Belle Arti di Brera, Carrara, Roma e Firenze in un simposio che durerà 8 giorni sulla moda.

Per maggiori informazioni consultare il sito web della manifestazione.