1a Marcia Nazionale per la Sicurezza sul Lavoro oltre tremila persone saranno con l’ANMIL

0
98

Roma – A nove giorni dall’inizio della prima Marcia per un futuro sicuro sui luoghi di lavoro, sono state oltre 3000 le adesioni di cittadini provenienti da tutta Italia, Istituzioni ed Associazioni che operano nel mondo della prevenzione. Numerose autorità e istituzioni sensibili al tema della sicurezza hanno confermato la loro partecipazione, come il Sen. Oreste Tofani Presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno degli infortuni sul lavoro e delle morti bianche, il Dott. Fulvio Giacomassi Segretario Confederale CISL ed il Dott. Giovanni Centrella Segretario Generale UGL.

La Marcia di Sabato 30 giugno avrà inizio alle ore 9.30 ed il raduno sarà presso la Basilica di S. Chiara dove porteranno un brevissimo messaggio alcune autorità per poi dare il via ad una suggestiva ed emozionante sfilata per le vie di Assisi fino alla Basilica di S. Francesco.

La giornata proseguirà alle ore 12.00, nella Basilica papale di S. Maria degli Angeli, dove, il Vescovo di Assisi, Nocera Umbra e Gualdo Tadino, S.E. Mons. Domenico Sorrentino, celebrerà una Messa commemorativa di tutte le vittime del lavoro.

“È sui giovani che siamo certi si debba giocare la partita della sicurezza, prima del loro ingresso nel mondo del lavoro, infatti, il rispetto delle regole che salvaguardano la salute deve diventare un automatismo. – commenta il Presidente dell’ANMIL Franco Bettoni – È fondamentale che l’impegno di tutti coloro che operano nel mondo della prevenzione, ANMIL compresa, si focalizzi sulla diffusione di una vera e propria cultura della sicurezza, in tal senso oggi ancora non assimilata. La guerra contro gli infortuni sul lavoro si vince solo se siamo tutti dalla stessa parte”.

L’appello che l’ANMIL vuole lanciare è a tutta la società civile per unirsi alla marcia e far sentire la propria voce e mostrare che non ci deve essere né disinteresse né accettazione verso eventi troppo spesso ritenuti – a torto – frutto di tragiche fatalità e il sistema di tutela delle condizioni di lavoro, le norme sulla prevenzione, ogni possibile strumento o iniziativa in grado di preservare la salute e la vita dei lavoratori e l’assicurazione pubblica contro gli infortuni, devono essere difesi ad ogni costo.

La Marcia che, per questo primo anno, sarà ospitata ad Assisi, un luogo simbolo per questo tipo di manifestazioni, grazie al supporto e alla disponibilità del Comune di Perugia, nella figura del Sindaco Claudio Ricci, della Regione Umbria e della Provincia di Perugia, diventerà un appuntamento annuale che l’ANMIL vuole condividere anche con le istituzioni, i sindacati e quanti hanno già dato la propria adesione convinti che questa manifestazione, voglia promuovere un tema che non può vedere separazioni o interessi di categoria.