Arrestato somalo che organizzò la traversata: «Stupri di massa e torture prima della tragedia»

0
169

Quando i superstiti, oltre 100, del naufragio a Lampedusa del 3 ottobre scorso (366 vittime) lo hanno visto arrivare al centro di accoglienza di Lampedusa non riuscivano a credere ai loro occhi: si sono ritrovati l’uomo che aveva organizzato la traversata, che li aveva sequestrati, torturati, che aveva stuprato delle donne. Così hanno provato ad aggredirlo ma sono stati fermati dai responsabili del centro di accoglienza. Così è stato identificato e arrestato un giovane somalo di 24 anni, ritenuto uno degli organizzatori della traversata del barcone naufragato il 3 ottobre scorso davanti alle coste di Lampedusa. L’operazione è stata condotta dalle Squadre Mobili di Palermo ed Agrigento e dal Servizio Centrale Operativo di Roma, in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia nell’ambito di un’inchiesta sulla tratta di migranti tra l’Africa e la Sicilia.

Lascia un commento