I 5 mila euro al mese dell’ex consigliera, in pensione a 41 anni

0
123

E’ polemica in Sardegna sui vitalizi degli ex consiglieri regionali, cancellati la scorsa legislatura per gli attuali onorevoli, e sulle difficoltà, denunciati in particolare dai giornalisti dell'”Unione Sarda”, a ottenere dagli uffici informazioni sui compensi e sui benefici degli eletti nel palazzo dell’Assemblea sarda. Fra i casi segnalati dai principali quotidiani sardi quelli dell’ex presidente del Consiglio regionale, Claudia Lombardo (Fi), che a 41 anni percepisce, con le vecchie regole, oltre cinquemila euro al mese, dell’ex assessore regionale all’Ambiente Andrea Biancareddu (Udc), non rieletto in questa legislatura, che a 48 anni incassa un assegno di importo analogo, e dell’ex assessore al Bilancio Giorgio La Spisa (Scelta civica), 57 anni, che percepisce sia il vitalizio di ex consigliere sia lo stipendio da dipendente del Consiglio regionale, dove dirige il servizio “Prerogative dei consiglieri”.