Bilanci e conti in rossi nei comuni a poche ore dalle votazioni

0
122

Il Paese dei mille campanili alle prese con bilanci, risorse (sempre più scarse), tasse che lievitano (a scapito dei cittadini), patto di stabilità e conti in rosso: da nord a sud, oggi sono 17 i Comuni italiani indaffarati con i rispettivi piani di rientro anti-default, e dal 2012 al febbraio 2014 ben 105 sindaci hanno chiesto alla Corte dei Conti di poter accedere a un iter di riequilibrio finanziario. Da Alessandria (fallita nel giugno di due anni fa ma con una procedura di risanamento in atto) a Napoli, passando per Roma, Parma e Reggio Calabria, i tagli imposti dai vari governi – e, in taluni casi, le scelte sbagliate e le politiche scellerate – hanno portato alcuni enti locali sull’orlo del crac.