Strega: Piccolo, sicuro di niente fino all’ultimo

0
87

Roma – Francesco Piccolo è contento che sia finito il tormentone del “superfavorito”. E ora che ha in mano la vittoria del Premio Strega 2014 con il suo memoir sulla fine del comunismo italiano ‘Il desiderio di essere come tutti’ (Einaudi) è contento ma dispiaciuto per Antonio Scurati, arrivato secondo sul filo di lana per la seconda volta.