Un elbano d’adozione, Gianni Ciucci, ucciso in un incidente aereo a Vigevano

0
134
Non è solo quella di Marina di Campo la tragedia aerea che ha coinvolto e interessato una persona legata all’Isola d’Elba. Un elbano, anche se d’adozione, ha perso la vita nell’incidente aereo che si è verificato sulla pista di atterraggio di vigevano, lo scorso fine settimana. Travolto da un ultraleggero che si era appena schiantato sulla pista di Vigevano. Nell’incidente è morto anche il pilota dell’aereo, un F15 Picchio: si tratta di Emanuele Vialardi, 49 anni, residente a Monza. La sfortuna ha voluto che l’ultraleggero, prima di finire la sua terribile corsa al suolo spezzandosi, abbia investito Gianni Ciucci, avvocato 56enne di Corsico (Milano), che proprio in quel momento si trovava a bordo della pista. La notizia è stata riportata dai media nazionali ed è arrivata fino all’Isola d’Elba. L’isola che Ciucci amava frequentare. Il 56enne milanese aveva una passione smodata per il volo e per gli aerei in genere. Gianni Ciucci però era molto conosciuto a Portoferraio, dove suo padre militare in servizio, si era trasferito per ragioni di lavoro. Tanto che lui ha frequentato tutto il ciclo delle scuole dell’obbligo e il liceo Foresi. Poi la famiglia si era trasferita in continente. Nonostante che siano passati diversi anni, nel capoluogo elbano Gianni Ciucci contava ancora molti amici che oggi partecipano al cordoglio della famiglia. E la notizia si è subito diffusa nei social. La sorpresa è stata grande, inaspettata. Molti lo ricordano come un ragazzo simpatico, allegro, solare, oltre che determinato nel suo lavoro. Avvocato e amministratore delegato della Nereis Srl di Milano, una società di consulenza aziendale, Ciucci si trovava nel campo volo della provincia di Pavia proprio per seguire una manifestazione di aerei. L’avvocato lascia la moglie, una bambina di appena 6 anni e altri due figli più grandi avuti da una precedente relazione.  (da “Il Tirreno”, pagina dell’Elba di oggi)