In questi giorni in tutte le edicole il nuovo numero della rivista del CAI

0
217

Un numero tipicamente invernale quello di gennaio della rivista del Club alpino italiano Montagne360, dedicato alla neve e alle attività meno impattanti per l’ambiente che si possono fare in montagna durante la stagione fredda, in primis ciaspolate ed escursioni scialpinistiche.
Lo speciale “Nel bianco dei monti”, infatti, approfondisce gli itinerari del Sud Italia particolarmente indicati per essere percorsi con le ciaspole (dallo Ionio al Tirreno), tre percorsi nella Val di Zoldo in grado di accontentare chi va alla ricerca di uno scialpinismo appartato nelle Dolomiti più autentiche e altri quattro in Lombardia, percorribili anche dai meno esperti con le ciaspole.
L’editoriale, firmato dal Presidente generale del CAI Umberto Martini, affronta l’Agenda per la riconversione ecologica dell’Italia, presentata al Governo dalle maggiori associazioni ambientaliste italiane. Martini, presente all’incontro con il Sottosegretario Delrio, commenta il pomeriggio romano, sottolineando la centralità del tema “montagna” all’interno dell’Agenda.
Alpinismo e aiuto umanitario sono due temi che, con il passare degli anni, vanno sempre più a braccetto: Montagne360 riporta l’esempio del villaggio di Ghotolti, nel Pakistan settentrionale, dove sorgerà il centro di alpinismo dedicato all’alpinista vicentina Cristina Castagna.
Restando all’alpinismo, focus su Agostino Gazzera, 87 anni trascorsi senza mai smettere di salire in montagna, e allo sviluppo, da parte di CAI e UIAA, di un nuovo format di spedizioni per alpinisti attenti allo sviluppo delle regioni montane meno battute dalle classiche spedizioni di cacciatori di Ottomila. Infine è pubblicato un inno al Pizzo Badile, il cosiddetto sovrano del Masino-Bregaglia, raccontato attraverso le vicende di chi ne ha creato il mito, dal reverendo William Coolidge a Rossano Libera.
La pratica del canyoning nel Caucaso ha delle enormi possibilità di sviluppo, grazie soprattutto alle possibilità esplorative esistenti nella Repubblica della Georgia: a questo proposito l’estate scorsa si è svolta la ricognizione “Georgia Canyoning Expedition 2014”, di cui è pubblicato il resoconto.
Sempre in tema di resoconti di progetti dell’estate scorsa, focus sul trekking dell’UIAA dedicato ai giovani alpinisti sui vulcani siciliani, dall’Etna alle Isole Eolie.
Per quanto riguarda l’ambiente, in questo numero viene approfondito il ripopolamento di Alpi e Appennini da parte dell’aquila reale, specie ritenuta a rischio fino agli inizi degli anni ’80, mentre, per la speleologia, viaggio nella complessa riscoperta esplorativa della miniera di Perticara, in Romagna.
La neve è protagonista anche del porfolio fotografico, intitolato “Vita nella neve” e dedicato al meraviglioso mondo animale che abita il Parco Nazionale Gran Paradiso e il Parco Naturale Mont Avic.

Lascia un commento