Patente sospesa a gay, Cassazione: “Maxi risarcimento”

0
442

C’è stato un “vero e proprio comportamento omofobico oltre che intollerabilmente reiterato” da parte della pubblica amministrazione nella vicenda della patente sospesa a un giovane che si era dichiarato gay alla visita di leva. Per questo la Cassazione ha disposto che il ragazzo discriminato riceva un congruo risarcimento.

Lascia un commento