I giovani hanno diritto di sognare e credere che dalla vita ci si può aspettare anche felicità

0
904

6a00d8341bfb1653ef017615796a25970c-550wiLondra – Dedicato a Gennaro.
Qualche giorno fa, precisamente il 12 Maggio a Pomigliano D’Arco (NA), si e’ suicidato, lanciandosi dal settimo piano della propria abitazione, un ragazzo di soli 25 anni.

Non sto proponendo alla vostra attenzione un articolo di cronaca, ma mi sento in dovere di dare voce ad un essere umano che si e’ lasciato sopraffare dal silenzio dei suoi tormenti.

Sono estremamente addolorata e arrabbiata, perchè è inaccettabile che un essere umano debba trovare nel suicidio, l’unica strada per mettere fine alle proprie tribolazioni.

Non lo accetto!
Cosa ha spinto un ragazzo cosi’ giovane e pieno di vita a preferire la morte al mettersi in gioco per la propria esistenza?

La mancanza di un lavoro. Figlio unico.
Viveva con la madre separata e in un biglietto lasciato a lei ha scritto: “preferisco morire ….non ho un lavoro e non voglio essere un peso per nessuno.

Piccolo mio che hai voluto sacrificarti, perche’ hai creduto di non avere speranze.
Hai pensato che la tua esistenza fosse vana.
Non doveva finire così, invece!
Si nasce per morire, ma si nasce soprattutto per VIVERE!!!

VOGLIO presentare a quanti leggeranno, agli umani che tali si definiscono, che certe tragedie non devono cadere nel dimenticatoio e noi tutti siamo chiamati a combattere per un bene comune: LA DIGNITA’ UMANA.
Il diritto alla vita e’ di tutti……

Il suicidio ad un’età in cui si è inclini alla spensieratezza, in cui si sogna il proprio futuro e ci si mette in gioco, affinché qualche sogno nel cassetto possa realizzarsi, per  lui e’ stata l’unica via d’uscita. ….seppur bello, intelligente, sensibile, allegro. …..per lui una soluzione.

A 25 anni??? Non mi capacito….
Con questo articolo non posso riportarlo in vita, ma desidero che il suo gesto di protesta contro uno Stato assente e colluso e una società sempre più incline all’ipocrisia, arrivi anche con il mio piccolo contributo.
Gennaro, i tuoi sogni sono rimasti nel cassetto, ma posso immaginarne qualcuno.

Hai scelto il silenzio e hai messo fine alla tua giovane vita ed io. ….voglio ripartire proprio da questo.

Darò sempre voce ai miei sogni e urlerò a gran voce anche in nome dei tuoi e di tutti i giovani come te, che hanno diritto di sognare e credere che dalla vita ci si può aspettare anche un pizzico di felicità.
Ciao dolce angelo♥

 Giovanna Mirra

 

Giovannaa Mirra
Giovanna Mirra

Lascia un commento