Immigrazione, giovane segregata e stuprata per giorni, il Coisp replica

0
238

“Di fronte ad una giovane segregata e stuprata per giorni da cinque nigeriani ci viene da chiederci se la panacea dello sforzo per l’integrazione suggerita in continuazione come una cantilena dalla nostra Presidente della Camera valga anche contro questo. Rapire e violentare a piacimento una giovane donna come fosse un oggetto senza anima e senza diritti è frutto della marginalizzazione presidente Boldrini? Sforzarsi di lavorare per l’integrazione, oltre a rinnegare le proprie origini e la propria cultura impedendo ai nostri bambini di cantare a scuola “Tu scendi dalle stelle”, deve significare anche tendere alla comprensione di fronte a orrori come questo che potrebbero fondarsi sulle difficoltà di poveri immigrati di raccapezzarsi in un bizzarro Paese come l’Italia dove, incredibilmente, le donne hanno persino dei diritti?”.
Così Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia

Lascia un commento