Due tappe italiane per il tour del musicista irlandese John McSherry

0
555

 

John Mc Sherry cLondra – Nei prossimi giorni l’Italia aprirà le sue porte al famoso musicista irlandese John McSherry. Conosciuto come uno dei massimi virtuosi al mondo di uilleann pipes (la tradizionale cornamusa irlandese nata tra il ‘500 e il ‘600) il  musicista si esibirà nella giornata di venerdi 18 marzo alla Obihall di Firenze, nell’ambito di Irlanda in festa per poi replicare il giorno seguente in Veneto, in occasione della XXI edizione del Vo’ on the Folks. E’ a lui, infatti, che verrà dedicata la serata conclusiva della storica rassegna vicentina diretta da Paolo Sgevano, in programma alla Sala della Comunità di Brentola.

Punta di diamante della musica tradizionale del Regno Unito, nell’ultimo ventennio McSherry ha realizzato  molteplici progetti e lavori discografici: vanta, infatti, collaborazioni e registrazioni con Sinéad O’ConnorClannadThe CorrsDónal Lunny e Nancy Griffiths. Insieme con gli statunitensi Tyler Duncan e Michael Shimmin ha dato vita, inoltre, alla band The Olllam, pubblicando nel settembre del 2012 il debut album omonimo. Nell’autunno dello scorso anno ha, inoltre, esordito come autore con “The Wheels Of The World: 300 Years of Irish Uilleann Pipers”, edito da Jawbone Press.

Nel corso del suo tour, che l’Italia avrà il piacere di ospitare, presenterà dal vivo il suo ultimo lavoro – realizzato con Dónal O’Connor e Seán Óg Graham – “Ulaid” (2015): fusione tra la musica antica del Gael, la tradizione celtica e sonorità contemporanee. In scaletta anche i brani di altri suoi lavori: “Soma” – il suo primo album da solista pubblicato nel 2010 – “At First Light” con Michael McGoldrick (Miglior album tradizionale dell’anno per Irish American News) e “Tripswitch”. Accompagnato dalle note della pura musica irlandese, il pubblico sarà così immerso nella più autentica e tradizionale atmosfera irish avendo l’opportunità di festeggiare nel miglior dei modi l’ormai celebratissima festa in onore di San Patrizio, patrono del ”Paese Verde”.

Ad accompagnare il compositore, produttore e arrangiatore irlandese nelle due tappe italiane, una band di quattro straordinari musicisti: gli ex Flook, Brian Finnegan (whistles) e John Joe Kelly (bodhran), il fido Donal O’Connor alle tastiere e al violino e Paul Meehan alla chitarra, basso e banjo.

Il tour italiano è organizzato e prodotto da Frame Evolution.