Lettera aperta del sindacato Coisp al ministro Angelino Alfano

0
151

Egregio Signor Ministro,
la prossima settimana, secondo indiscrezioni, si svolgerà la seduta del Consiglio di Amministrazione per
gli affari del personale della Polizia di Stato, già preceduto nei giorni scorsi da alcuni incontri
di carattere preparatorio.
Il fatto è di una gravità inaudita ed è d’obbligo “gridare allo scandalo”.
Come Lei ben sa, tra due mesi andrà finalmente in meritata pensione l’attuale capo della Polizia.
Beh, a nessuno (ci creda, a nessuno!) sfugge quanto meno l’inopportunità che un capo “in scadenza”
decida promozioni così importanti e strategiche non solo per la Polizia ma per l’intero sistema
della sicurezza.
Indicare, infatti, quale funzionario diventerà Questore della Repubblica significa programmare
il futuro assetto dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza; un apparato che, tuttavia, sarà gestito
da un altro Capo della Polizia il quale non avrà avuto alcuna voce in capitolo in tali scelte.
Certo, se l’attuale capo della Polizia avesse avuto una maggiore sensibilità avrebbe dovuto
attendere e lasciare al suo successore il delicato compito …. ma poiché non l’ha fatto (e ciò la dice
lunga) spetta a Lei, Ministro Alfano, imporre un immediato rinvio del citato Consiglio di
Amministrazione.
A rendere peraltro evidente la necessità di un rinvio del Consiglio è anche la situazione
kafkiana inerente alla sua composizione. Alcuni importanti Direttori Centrali ne sono esclusi
non avendo il rango di Prefetto ed il Direttore Centrale delle Risorse Umane a brevissimo andrà
anch’egli in quiescenza. Praticamente si ritrovano e decidono tutto quattro gatti………
Che credibilità ed autorevolezza hanno le decisioni prese da un Consiglio così composto?
Che credibilità ed autorevolezza a due mesi dalla pensione di chi deciderà tutto?
Ed il fine? Forse promuovere a Questore una persona che da 18 anni presta servizio nella stessa
sede e che …. eh no, è meglio che stiamo zitti …. oppure ancora per ….. no, no davvero, è proprio
meglio che adesso stiamo zitti … semmai tra qualche giorno …. qualora Lei, che siamo certi
condividerà l’inopportunità di quanto questo capo della Polizia vorrebbe compiere, non dovesse
riuscire ad impedire lo svolgimento di tale Consiglio di Amministrazione e quanto di inaccettabile
verrà deciso nello stesso.
Il Segretario Generale del COISP
Franco Maccari