La Cortona Doc protagonista al Vinitaly 2016

0
301

vinitaly 2Londra-  Quest’anno il Consorzio Vini Cortona allestirà il suo stand nell’ambito del Vinitaly, la storica fiera di settore che si terrà a Verona tra il 10 e il 13 aprile, per la sua 50° edizione.

Uno stand consortile che raccoglierà oltre la metà delle aziende della denominazione, tra banco d’assaggio e produttori presenti in forma diretta. Un momento di promozione non solo per la Cortona Doc, ma anche per tutto il territorio di produzione che da qualche anno sta puntando proprio sulla promozione integrata dei principali assetti culturali. «Dopo le iniziative “in casa” come il Buy Wine che hanno portato decine di operatori e giornalisti a Cortona – spiega il Presidente del Consorzio, Marco Giannoni – il Consorzio punta con il 2016 a promuoversi anche fuori, Vinitaly è sicuramente uno degli appuntamenti fondamentali, ma non sarà l’unico di un programma di eventi che coinvolgeranno non solo il vino di Cortona, ma anche la storia e la cultura di questa città».

Presso lo stand dal Consorzio Vini Cortona, si terrà inoltre, in collaborazione con il Maec (il Museo dell’Accademia etrusca e della città di Cortona), il concorso “Vinci Cortona – una foto con l’etrusco” .

L’etrusco in questione è Selvans, Dio della Foresta, la cui statua è ben rappresentata al Maec. Una sagoma “rivisitata” con un calice di Cortona Doc in una mano, sarà presente per tutta la fiera attirando i visitatori che, scattandosi una
foto e postandola su facebook, avranno la possibiltà di vincere un fine settimana a Cortona alla scoperta della Doc, con soggiorno in agriturismo e degustazioni nel territorio.selvans

Il Consorzio dei produttori arriva a Vinitaly con l’entusiasmo di un primo trimestre cominciato bene per quanto riguarda il mercato. La richiesta di fascette è infatti in linea con i numeri dello scorso anno e le prospettive per i prossimi mesi sono incoraggianti. Attualmente vengono prodotte in media oltre un milione di bottiglie all’anno, mentre il valore economico, con un fatturato medio che supera i 3 milioni di euro. Oltre 500 sono gli addetti ai lavori coinvolti, senza contare l’indotto (tra turismo e aziende artigiane) che rappresenta per questo borgo toscano. A livello di mercati nel 2014 la bilancia è protesa verso l’estero per il 60% circa. Usa, Nord Europa sono i principali mercati, ma sono in crescita il Canada, Brasile, Cina e Giappone. La restante fetta percentuale va in Italia, Toscana, Lombardia e Lazio in particolare.

Il Consorzio stesso svolge la funzione di controllo e tutela dei vini a D.O.C. Cortona e ne diffonde la conoscenza con un’efficace attività culturale, divulgativa e promozionale. Protegge l’immagine ed il prestigio della denominazione con continui controlli di qualità e intraprende iniziative di carattere culturale finalizzati a far conoscere nel mondo Cortona, il suo territorio ed i suoi vini.

Attualmente le aziende consociate sono 30 e rappresentano la quasi totalità dei produttori. Tra di esse si annoverano marchi nati e radicati nella regione, altri di tradizione più recente ed altri ancora di importanza internazionale. E’ lusinghiero il fatto che questi ultimi abbiano dato tanto credito al territorio di Cortona da farne la sede di consistenti investimenti.