Maurizio Bragagni: “Il mio impegno in Senato per dare esperienza e professionalita’ al servizio degli italiani. Italiani all’estero e in madre patria.

Il candidato al Senato racconta le sue esperienze e la sua scelta di mettersi in gioco a fianco dell'Italia

0
1269

Londra – Maurizio Bragagni è un imprenditore italiano, amministratore delegato di Tratos, azienda leader in Europa tra i produttori indipendenti di cavi.

Oggi Bragagni e’ candidato al Senato, nella circoscrizione estero – ripartizione Europa per il partito scudocrociato Noi con l’Italia la “quarta gamba” del centro destra ma che all’Estero si presenta da sola.

Il suo trasferimento a Londra ha rappresentato un punto di svolta per la sua carriera, ma nonostante tutto non è stato mai dimenticato il valore e l’affetto nei confronti della sua terra.

L’espressione comunemente usata da Bragnani è “L’Inghilterra è mia moglie e l’Italia è mia madre: è fuori luogo chiedermi chi ami di più”. Una frase che certamente lascia comprendere l’amore per la propria patria ma allo stesso tempo anche per il proprio futuro.

Maurizio Bragnani ha parlato del suo arrivo in Inghilterra in una fabbrica Tratos: “Fu una lezione importante per me. Avevo bisogno di capire come vede le cose il nostro personale, toccare con mano come i problemi, le frustrazioni e le soddisfazioni sono vissute dagli operai in sù”.

Successivamente Bragagni si è soffermato sulle impressioni avute nei confronti del popolo inglese: “Mi ha colpito molto la loro volontà di rischiare. Lottano per ottenere qualcosa e risolvono i problemi, una caratteristica utilissima in azienda”.

Il candidato al Senato con il partito “Noi con l’Italia” ha anche fatto una profonda analisi sulla “madre” Italia e la moglie “Regno Unito”, riferendosi in particolare ad un valore aggiunto della nostra terra: “Il lavoro. L’Italia ha una grande capacità di lavorare. Nel DNA degli italiani c’è una grande capacità di lavorare ed una grande professionalità. Una specialità che è difficile trovare in Inghilterra, sopratutto per un’industria specializzata come la mia”.

Infine Bragagni si è soffermato sulla Brexit, lasciando alcune importanti riflessioni: “L’equilibrio sarà fondamentale per avere un esito di successo. Se una parte è contenta e l’altra no, non si arriverà a un buon compromesso. I negoziati sono importanti, ma tutti attorno al tavolo dovranno cedere un pò. L’uscita dovrà essere agrodolce per tutti e due i lati”.

Stefano Scibilia

 

 

 

 

Lascia un commento