Chelsea – Barcellona, Messi: “Felice di aver segnato anche qui. Ronaldo? Non so chi avrà la meglio quest’anno” (INTERVISTA)

Il fuoriclasse del Barcellona mantiene aperto il discorso qualificazione per la gara di ritorno al Camp Nou

0
148
Quando sei un campione e i record da battere con il passare degli anni sono sempre di meno, c’è chi è pronto a puntare il dito proprio su quelli, come hanno provato a fare i tifosi del Chelsea ieri sera. Sembrerà strano ma prima della scorsa notte il cinque volte Pallone d’Oro non era mai riuscito ad andare in gol contro i Blues, nonostante le due squadre in passato si siano incontrate moltissime volte, rendendo il match una vera e propria tradizione. I tifosi dei campioni d’Inghilterra questa sera erano ottimisti e hanno ribadito più volte che Messi non è mai andato in gol contro il Chelsea e certamente speravano che questa tragica situazione non doveva verificarsi proprio allo Stamford Bridge.
In realtà anche questo mito è stato sfatato, poichè il numero 10 blaugrana timbra ancora una volta il cartellino, proprio nel momento in cui la sua squadra aveva bisogno di una reazione. La partita dell’argentino non è certamente delle migliori, poichè la gabbia blu organizzata da Antonio Conte non dà neanche un secondo di tregua, controllando ogni suo movimento dall’inizio alla fine della partita e mettendogli chiaramente il fiato sul collo, ma se sei un campione ti basta anche poco per dimostrarlo.
Siamo esattamente intorno al 75’ minuto, con il Chelsea in vantaggio 1-0 grazie alla rete di Willian e basta solamente un errore difensivo per permettere ad Iniesta di recuperare palla e inventarsi un assist al bacio per Lionel Messi, che con un sinistro freddo, piazzato e letale insacca la palla all’angolino basso e firma la sua sentenza numero 1 in casa Chelsea. Il giocatore non ha toccato molti palloni durante la gara, ma gli sono bastati quelli giusti per prendersi la squadra sulle spalle e strappare un pareggio importante fuori casa. Abbiamo intervistato il 5 volte Pallone d’Oro nel post partita, che ha espresso le sue sensazioni in vista del match di ritorno e non solo.
PRIMO GOL AL CHELSEA – Cosa si prova ad aver segnato per la prima volta al Chelsea? “Sono contento per il gol ma quello che conta è che adesso rimaniamo tutti concentrati e uniti perché siamo giunti ad una fase decisiva della stagione e dobbiamo dare il massimo. Battere dei record e aggiungere qualcosa in più alla tua carriera è fondamentale per porsi degli obiettivi e arrivare lontano”.
IL RITORNO AL CAMP NOU – Cosa deve fare il Barcellona in vista della gara di ritorno per evitare di avere le stesse difficoltà avute oggi? “Dobbiamo solamente essere al meglio delle nostre condizioni perché sappiamo benissimo che in Champions, in modo particolare contro il Chelsea, non puoi permetterti di non avere la condizione migliore. Abbiamo visto di avere a che fare con una squadra ostica, che mette in pratica grande pressing e grande intensità, quindi al Camp Nou servirà una prestazione perfetta”.
ONORE AD ANTONIO CONTE – I pronostici vedevano voi leggermente favoriti anche per via delle diverse posizioni nei rispettivi campionati, Da cosa è dato secondo te il potenziale del Chelsea? “Il Chelsea è una squadra di ottimi giocatori ma io credo che Conte sia l’arma in più perché è un grande motivatore e sa benissimo come preparare i suoi giocatori per le grandi partite. Riesce a mettere insieme lo sforzo fisico e quello psicologico, portando i giocatori ad essere delle vere e proprie macchine da guerra in campo. In tanti ormai studiano il nostro gioco da anni e questo nel tempo ha dovuto far si che noi dovessimo inventarci qualcosa di nuovo per poter migliorare. Adesso il livello si è alzato un pò per tutte le squadre e in ogni partita bisogna impegnarsi 10 volte di più anche contro chi sulla carta non ha le nostre qualità di palleggio. Anche perché bisogna dire che loro l’anno scorso hanno vinto la Premier League e che quest’anno Guardiola sta facendo un grande lavoro con il City”.
MESSI O RONALDO? – Negli ultimi 10 anni tu e Cristiano Ronaldo vi siete divisi 5 Palloni d’Oro a testa, chi avrà la meglio quest’anno? “Noi speriamo sempre di portare il risultato a casa e di avere la meglio e penso che Ronaldo negli ultimi anni abbia dimostrato come sempre di essere un grande campione. Ormai sono anni che sento parlare della rivalità tra me e Cristiano ma in realtà ci siamo sempre rispettati e siamo uno lo stimolo dell’altro. Non so chi avrà la meglio quest’anno perché siamo in una fase di stagione dove può succedere di tutto”.
WILLIAN IL PIU’ PERICOLOSO – Quale giocatore vi ha messo più in difficoltà questa sera? “Loro hanno fatto una partita di grande intensità ma credo che Willian questa sera fosse in grande forma perché è stato quello che ha creato più azioni pericolose prima di segnare il gol del vantaggio. Per nostra fortuna le sue due conclusioni sono arrivate entrambe sul palo, altrimenti oggi potevamo rischiare di parlare di un risultato diverso. Noi però abbiamo reagito bene e questo è importante per il ritorno. Sono sicuro che i nostri tifosi ci faranno sentire il calore giusto come sempre”.