Nazionale, Di Biagio: “Io traghettatore? Pensatela come volete”

Il nuovo ct della Nazionale si presenta ufficialmente alla stampa e parla dei suoi obiettivi

0
109

Luigi Di Biagio è stato nominato nuovo ct della Nazionale Italiana di Calcio e al suo primo giorno si è presentato alla stampa descrivendo i suoi obiettivi in azzurro: “Dite che sono un traghettatore? Chiamatemi pure come vi pare, io oggi mi sento il ct della nazionale e come vengo chiamato e’ l’ultimo dei problemi”.

Così Di Biagio ha risposto a chi non crede effettivamente nell’importanza del ruolo ricoperto dal nuovo ct della Nazionale, del resto al contrario di ciò che si può pensare, il tecnico adesso ha una grandissima responsabilità, ovvero riportare la nostra Nazionale ai suoi livelli consueti, specialmente dopo che l’Italia non parteciperà ai prossimi Mondiali in Russia.

Di Biagio successivamente si è concentrato sul discorso legato a Gigi Buffon: “Ho parlato con lui – ha detto il tecnico degli azzurri – probabilmente fara’ parte del gruppo di marzo. Un giocatore come lui non può smettere dopo la Svezia”.

Quella contro la Svezia potrebbe non essere stata l’ultima partita di Buffon con la maglia azzurra, poiché il ct ha aperto delle opzioni interessanti per quanto riguarda il futuro. I nuovo tecnico della Nazionale non si è soffermato solamente su Buffon, poiché sembrerebbero esserci delle conferme importanti anche per quanto riguarda altri giocatori, come ad esempio quella di Chiellini.

De Rossi invece sembrerebbe che adesso sia alle prese con dei problemi fisici, mentre Barzagli non è disponibile per il ritorno. Di Biagio infine ha anche espresso la sua opinione per quanto riguarda Mario Balotelli: “Ora non dico se Balotelli viene o no. Lo seguo come tutti, e nessuna porta è chiusa”.