Clementino racconta il suo brutto periodo: “Sono stato soprafatto dalla cocaina”

L'artista si racconta a 360 gradi e parla del suo recente problema

0
105

Il rapper Clementino ha raccontato il suo rapporto con la musica, formato da grandi soddisfazioni ma anche da qualche controversia. Durante il festival milanese organizzato da CultCity, diretto da Dikele Distefano, il napoletano alla domanda “C’è stato un momento della tua carriera così basso in cui avete pensato di mollare la musica? – ha risposto – “È la prima volta che lo dico in pubblico, se non lo dico qui con voi ragazzi, dove? C’è stato un momento in cui sono stato sopraffatto da quella merda che è la cocaina. Racconta: «Sapete come funziona, sei un artista, prima te la offrono, poi te la compri e ad un certo punto non sei più tu. Io ero la Iena White ma non ero più Clemente».

Lo stesso artista ha deciso volontariamente di rivolgersi ad una comunità di recupero dove è stato disintossicato: “E così mi sono ritrovato a pulire i cessi in comunità. Con i ragazzi mi dicevano sei un grande, sei passato da fare Sanremo a pulire i cessi in un attimo”.

Clementino infine ha affermato che il suo nuovo album avrà una parte ampia dedicata anche a questo triste periodo della sua vita: “Adesso faccio un disco in cui voglio parlare di questa verità”.