G.I. StartUp Contest 2018, i risultati della tappa fiorentina

Un contest che ha avuto modo di mettere in risalto nuove proposte aziendali

0
64

Competizione agguerrita quella che si svolta nella sede di Confindustria Firenze, nei giorni scorsi, perché per partecipare alla tappa fiorentina del G.I. StartUp Contest, la call per startup e organizzata dai Giovani Imprenditori per promuovere lo sviluppo di imprese di nuova generazione ad alto tasso di innovazione, sono arrivate startup da tutta Italia.
L’appuntamento fiorentino del G.I. StartUp Contest, che ha visto emergere una startup di Aosta, ha fatto seguito alla tappa di Milano. Le startup selezionate approderanno in finale, che si disputerà il prossimo 8 giugno a Rapallo in occasione dello storico Convegno dei Giovani Imprenditori.

«Come Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Firenze – ha sottolineato Caterina Sismondi, presidente dei Giovani Imprenditori Firenze – sono molto onorata che sia stata scelta la nostra città per il secondo anno consecutivo per ospitare una delle due tappe del G.I. StartUp Contest. Come membro del Trireg e della commissione che lo ha fondato, sono orgogliosa di vedere quanto questo evento sia cresciuto e, ormai giunto alla sua quarta edizione, riscuota il successo che sicuramente merita. Credo che sia un’iniziativa di grande rilievo sul territorio e di fondamentale importanza per tutto il Gruppo Giovani, che guarda al futuro promuovendo quelle che saranno le imprese di domani».

«E’ sempre un piacere per noi accogliere l’interesse di giovani disposti a scommettere sulle loro idee imprenditoriali per farsi largo nel mondo delle startup – ha aggiunto Eleonora Anselmi, presidente dei Giovani Imprenditori Toscana e project leader del Comitato Triregionale organizzatore della 48°edizione del Convegno dei Giovani Imprenditori – Ci auguriamo che questa iniziativa contribuisca anche a sostenere un’imprenditorialità innovativa e sostenibile sul territorio toscano e l’incontro tra possibili partner per promuovere, incentivare e diffondere l’innovazione in campo industriale».

«Quest’ anno abbiamo ricevuto più di 150 richieste di partecipazione tra startup e pubblico. L’altissimo livello delle proposte ha reso la scelta della giuria un compito davvero arduo, segno che il nostro Paese è ricco di realtà giovani e innovative» – ha sottolineato Francesco Fumagalli, referente della Commissione StartUp Contest e presidente dei Giovani Imprenditori Arezzo.