Serie A, analisi del mese: Formazione top players 9 ottobre

I migliori giocatori in Italia dall'inizio di questa stagione

0
67

Quello che abbiamo visto è stato un avvio di campionato emozionante in Serie A, dove i protagonisti sono stati innumerevoli e le sorprese non sono state da meno. Sono tanti i giocatori che hanno sfruttato a pieno la possibilità di mettersi in mostra con delle buone prestazioni in campo.

Abbiamo considerato l’inizio di questo campionato, creando una formazione con i giocatori che si sono saputi distinguere nei singoli ruoli a partire dall’inizio di questa nuova stagione. Ecco la formazione legata al periodo settembre-ottobre disposta in un 4-3-3:

PORTIERE: Wojciech Szczęsny. Sostituire Gigi Buffon non deve essere certo facile, ma il portiere polacco in queste partite sta dimostrando la sua validità e professionaità, risultando anche decisivo in alcune occasioni, come ad esempio nel rigore parato a Valencia. La difesa della Juventus è la più imbattuta e vede davanti a sè solamente la Sampdoria, che ha subito un gol in meno e questo dato può essere una prova rassicurante che certifica il buon lavoro svolto dall’estremo difensore.

TERZINO DESTRO: Joao Cancelo. In questo ruolo troviamo un altro bianconero, che ha dimostrato di avere delle caratteristiche tecniche impressionanti che comprendono dribbling, tecnica, velocità e freddezza. Mica male per un terzino avere tutte queste caratteristiche, specialmente se consideriamo i 24 anni di età e la pressione di dover giocare in squadra con Ronaldo.

DIFENSORE CENTRALE: Alessio Romagnoli. Avere 23 anni ed essere il capitano del Milan non è affatto facile, ma il difensore sta dimostrando di voler meritare tale ruolo con l’impegno negli allenamenti e con il grande lavoro di crescita. Se la difesa del rossonera non è ridotta ai minimi termini è grazie a lui, che con alcuni suoi interventi ha salvato i rossoneri in diverse occasioni.

DIFENSORE CENTRALE: Leonardo Bonucci. Tornato con la coda tra le gambe a Torino, il difensore ha deciso di non dire più una parola e tornare a lavorare con professionalità ottenendo dei risultati sorprendenti che non hanno nulla a che vedere con quelli dell’anno scorso in rossonero. Merita certamente un posto in questa top 11 per aver superato sul campo il brutto momento.

TERZINO SINISTRO: Alex Sandro. Il brasiliano è diventato ormai una grande certezza per Massimiliano Allegri, che su quella fascia ha bisogno di un giocatore che abbia queste caratteristiche, proprio perché i bianconeri puntano tanto sugli inserimenti veloci che possano creare delle concrete possibilità per servire Cristiano Ronaldo.

CENTROCAMPISTA DI DESTRA: Franck Kessie. Il giocatore sta dimostrando le sue qualità in quest’inizio di stagione, diventando un punto di riferimento per Gennaro Gattuso, che ha bisogno di un centrocampo forte fisicamente e dinamico allo stesso tempo. Il gol contro il Sassuolo è una risposta al grande lavoro che sta svolgendo questo giocatore.

CENTROCAMPISTA CENTRALE: Piotr Zieliński. Il polacco è uno dei riferimenti centrali del centrocampo di Carlo Ancelotti e lo stesso valeva per Maurizio Sarri. A soli 24 anni il giocatore sta dimostrando di meritare un posto da titolare con la maglia azzurra e anche in questa top 11 per un mese che lo vede certamente tra i protagonisti.

CENTROCAMPISTA DI SINISTRA: Radja Nainggolan. Nonostante una avvio un pò a rallentatore il belga sta tornando alle sue migliori condizioni, dopo un infortunio che non è stato facile da superare e l’escussione ingiustificata con il Belgio nello scorso Mondiale per dei problemi con il ct sembrerebbe esserci stata una reazione. La rete contro il Psv in Champions vale come un sussulto per il giocatore, pronto ad essere ancora un protagonista in questa Serie A.

ATTACCANTE DI DESTRA. Cristiano Ronaldo. Qui ci sono poche presentazioni da fare perché parliamo di un campione che dopo aver scritto la storia del Real Madrid è passato alla Juventus con le stesse intenzioni e i numeri parlano più delle voci fuori dal campo. Il portoghese sarà l’arma bianconera in più per tentare l’ennesimo assalto alla coppa dalle grandi orecchie.

PUNTA CENTRALE. Edin Dzeko. L’attaccante della Roma continua ad essere il pupillo di Di Francesco. Il bosniaco ha portato la Roma alle semifinali di Champions a suon di gol nella scorsa stagione e quest’anno i gol alla Lazio e quelli in Champions rendono ancora l’idea di questo questo giocatore possa essere forte, incisivo e decisivo.

ATTACCANTE DI SINISTRA: Lorenzo Insigne. Il napoletano è ormai un punto di riferimento per la città di Napoli, per la Nazionale e per Ancelotti. Prestazioni degne di nota rendono il giocatore uno dei protagonisti indiscussi di questa Serie A e la rete decisiva in Champions contro il Liverpool non ha fatto altro che migliorare la sua attuale posizione.

TOP 11 (4-3-3): Szczęsny, Cancelo, Romagnoli, Bonucci, Alex Sandro; Kessie, Zieliński, Nainggolan; Ronaldo, Dzeko, Insigne