Riflessioni in preparazione del Natale

Ascoltiamo la nostra anima

0
256

Genova – Un grande regalo per l’animo e la mente aver partecipato all’Incontro sull’analisi e le riflessioni sulla Società attuale.

Relatori di vari settori, preparati e documentati, hanno dialogato sui problemi diffusi di inadeguatezza, scontento, velata malinconia, che emergono specie, nei punti di incontro e sostegno.

L’invito alla riflessione di un modo di vivere molto incentrato sull’apparenza e sul consumismo, ha mostrato l’origine di vari comportamenti negativi.

Il richiamo contenuto in questo periodo di Avvento al considerare, osservando tutto ciò che c’è di positivo e che sprona a migliorarci, è stato condotto iniziando da vari esempi, invitando all’osservazione del bello che ci circonda.

Esso sia un albero, un fiore, un’ architettura o chi incontriamo,anche casualmente, perché il segno che può lasciare una persona nella nostra vita, non dipende da quanto sia stato lungo il contatto, ma da quanto ci ha lasciato dentro.

E così anche immergersi in un brano musicale intenso e rilassante, che produce endorfine per il nostro benessere e scaccia i pensieri cupi del momento.

Tutto indipendentemente dalle Religioni: ascoltare l’animo per avvertire la fratellanza e la generosità essenziali.

Così abbiamo ricordato chi cerca di vivere, anche con il lavoro, pensando essenzialmente agli altri

In ottobre,come sempre,hanno iniziato questo percorso i Frati Cappuccini del Policlinico S.Martino di Genova, ricordando la figura di S Francesconell’animo grande e generoso.

Ma sono state nominate altre persone di esempio: il Dott. A.Serventi, giovane e grande chirurgo, che si prodiga per i pazienti con grande serietà e umanità continuando nello studio per il bene collettivo.

Il Dott. Valerio Gennaro, ricercatore oncologo, che studia con grande impegno le tossicità nell’ambiente, veleno per tutti.

E un Signore, che vive con poco, avendo donato quanto più poteva e continua a aiutare gli altri in ogni modo.

E abbiamo citato il Dott.Frustaglia, geriatra e cardiologo, che si occupa continuamente del miglioramento di vita dei pazienti del suo Ospedale e cerca diffondere principi per una buona salute e che ha citato un esempio, importante di una dolce signora di 87 anni, che sempre sorridente raccomandava di trovare il positivo ogni giorno, di non smettere di sognare, di crescere continuamente, migliorando noi stessi e non avere rimpianti affermando che noi diamo valore alla nostra vita con ciò che doniamo in ogni forma.

Buon Natale.

Luisa Costa