Serie di procedimenti penali inerenti denunce-querele per diffamazione nei confronti di Franco Maccari

0
248

A conclusione una serie di procedimenti penali tutti inerenti denunce/querele per diffamazione presentate da vari soggetti nei confronti di Franco MACCARI ora V. Presidente Nazionale della FSP – Federazione Sindacale di Polizia nel corso degli anni in cui ricopriva la carica di Segretario Generale di altra sigla sindacale e quasi tutte approdate per competenza territoriale negli Uffici Giudiziari di Venezia.

– Il 15 febbraio 2021, il Giudice per le indagini preliminari di Venezia ha “ordinato l’archiviazione del procedimento” instaurato dopo un iter giudiziario iniziato nel MARZO 2016 con denuncia presentata dall’allora Dir. della V Zona Polizia di Frontiera di Roma Tiziano Vetro per frasi asseritamente diffamatorie contenute in una lettera al Dipartimento della P.S. inviata da Franco Maccari. Procedimento a conclusione dopo innumerevoli atti formalizzati e notificati con presentazioni personali a Roma e Venezia. Identica conclusione aveva già avuto la denuncia presentata, per la stessa lettera, dal Dir. della Frontiera di Olbia, negli Uffici giudiziari di Roma e della Sardegna. Maccari è stato assistito nel corso degli anni dallo Studio dell’Avv.to Eugenio Pini del Foro di Roma.

– Il 16 febbraio 2021, il Tribunale di Venezia ha “dichiarato non doversi procedere” per intervenuta remissione di querela accettata in giudizio dopo un iter giudiziario iniziato nel LUGLIO 2014 con denuncia presentata dall’allora Dir. della Polstrada di Catania Marco Calvisi per frasi asseritamente diffamatorie contenute in un volantino e successiva lettera al Capo della Polizia inviata da Franco Maccari. Procedimento a conclusione dopo innumerevoli atti formalizzati e notificati con presentazioni personali a Roma e Venezia. Maccari è stato assistito nel corso degli anni dallo Studio dell’Avv.to Eugenio Pini del Foro di Roma.

– il 13 aprile 2021, presso il Tribunale di Venezia, si è concluso un processo lungo ed articolato, preceduto da un iter giudiziario iniziato nel LUGLIO 2016 con denuncia presentata dall’allora Questore di Venezia Angelo Sanna per innumerevoli frasi asseritamente diffamatorie contenute in più volantini e lettere inviate al Capo della Polizia da Franco Maccari e dopo innumerevoli atti formalizzati e notificati con presentazioni personali a Venezia. Il Tribunale di Venezia ha completamente assolto Franco Maccari per tutte le numerose frasi, lettere e volantini in contestazione riconoscendo la piena liceità delle affermazioni sindacali e, per converso, le condotte negative che venivano contestate all’ex Questore Sanna, condannando Maccari solo per una (1) frase contenuta in una (1) lettera, ad una multa di 1400 euro ed al risarcimento di 5.000 euro (a fronte di una richiesta di 50.000 euro) senza provvisionale contro la quale Maccari ha già annunciato ricorso in appello! Maccari è stato assistito nel corso degli anni dallo Studio dell’Avv.to Eugenio Pini del Foro di Roma e dall’Avvocato Gianpaolo Bevilacqua del Foro di Venezia. E’ da aggiungere, solo per dovere di cronaca, che all’ex Questore Sanna è stata confermata recentemente anche in Appello una delle condanne ricevute per le condotte antisindacali tenute durante la sua permanenza a Venezia.

– il 13 aprile 2021 presso il Tribunale di Venezia, è stato rinviato (ed andrà a sentenza) al prossimo 4 maggio 2021 un processo, preceduto da un iter giudiziario iniziato nell’OTTOBRE 2016 con denuncia presentata dall’allora Senatore del M5S Marco Scibona per frasi asseritamente diffamatorie contenute in un comunicato stampa inviato da Maccari che ribatteva a delle inaccettabili dichiarazioni dello stesso Senatore sugli incidenti avvenuti in Val di Susa per la Tav ed a seguito della morte di un Poliziotto a Ventimiglia. Procedimento a conclusione dopo innumerevoli atti formalizzati e notificati con presentazioni personali a Venezia. Maccari è stato assistito nel corso degli anni dallo Studio dell’Avv.to Eugenio Pini del Foro di Roma.

Articolo precedenteTrasporto marittimo: quale impatto su salute e ambiente
Prossimo articoloIl “Cassetto delle imprese”

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here