Al Palladium, Flautissimo Festival 23a edizione

0
227

Flautissimo torna con i suoi spettacoli di teatro e musica al Teatro Palladium di Roma per festeggiare i suoi trent’anni e le sue ventitré edizioni.
Nato come evento biennale, il festival romano è una manifestazione che affonda le sue radici nella musica classica, e che negli anni ha vissuto tante stagioni di aperture ai nuovi linguaggi dello spettacolo contemporaneo. E così oggi Flautissimo è anche jazz, teatro, spettacoli per tutti, performance crossdisciplinari e altro ancora.
 
L’apertura del festival, sabato 23 alle ore 19 è con la prima a Roma di Amore non amore, un viaggio sorprendente nel sentimento amoroso con le poesie di Franco Marcoaldi e le canzoni del repertorio classico napoletano interpretate da Peppe Servillo, accompagnati dalla chitarra di Cristiano Califano.
Domenica 24 alle ore 18 ancora teatro e musica con Concerto per Jack London. Melodramma jazz d’amore e pugilato, uno spettacolo (anche questo per la prima volta a Roma) tratto da The Game un racconto di pugilato al ritmo del miglior cronista sportivo quale seppe essere, tra le tante altre cose, Jack London, e, insieme, una commovente e straziante storia d’amore. Sul palco i due virtuosi della scena jazz contemporanea Fabrizio Bosso alla tromba e Luciano Biondini alla fisarmonica per sottolineare l’interpretazione di Silvio Castiglioni.
 
Sabato 30 e domenica 31 ottobre tornano le consuete due intense giornate (dal mattino alla sera) dedicate interamente alla musica da camera per flauto con masterclass, incontri e concerti con alcuni tra i più grandi flautisti al mondo come Emmanuel Pahud, Silvia Careddu, Philippe Bernold, Mario Caroli, Denis Bouriakov, Julien Beaudiment, Riccardo Ghiani, Andrea Oliva, Matteo Evangelisti, Sara Tenaglia, Livia Duleba, Paolo Taballione e Silvia Viland oltre a e una sezione espositiva che comprende le migliori pubblicazioni dell’editoria musicale e i più apprezzati costruttori di flauti del mondo con i loro strumenti.

Articolo precedenteUna compagnia aerea di bandiera rappresenta una straordinaria leva di marketing territoriale
Prossimo articoloBonomi: manovra per portare il Paese fuori dalla crisi

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here