Catania, Banca d’Italia e Notariato

0
116

Fornire alle donne adeguati strumenti di conoscenza per prevenire gli abusi e promuovere il loro inserimento nel mondo del lavoro, contribuendo a realizzare una vera parità di genere. Questo è “Conoscere per proteggersi”, incontro promosso da Banca d’Italia con il Consiglio Notarile dei Distretti Riuniti di Catania e Caltagirone; quello di Messina, Barcellona P.G., Patti e Mistretta; Ragusa e Modica; e Siracusa, e con il patrocinio del Comune di Catania.

Durante l’evento, che si terrà il prossimo 13 maggio presso l’Hotel Mercure Catania Excelsior (Piazza Giovanni Verga) – a partire dalle ore 9.30 – verrà presentata l’omonima guida redatta dalla Commissione Pari Opportunità del Consiglio Nazionale del Notariato e dalla Banca d’Italia. Ad aprire i lavori saranno il sindaco facente funzione del Comune di Catania Roberto Bonaccorsi, il prefetto della città etnea Maria Carmela Librizzi e il direttore della Banca d’Italia di Catania Gennaro Gigante, per l’occasione anche moderatore dell’evento. A seguire, il presidente dei Notai di Catania Andrea Grasso, quello dei Notai di Messina Silverio Magno, il presidente dei Notai di Ragusa Maria Scifo e quello dei Notai di Siracusa Sebastiano La Ciura.

La presentazione della guida “Conoscere per proteggersi” sarà curata da Maristella Portelli (consigliere del Consiglio Notarile di Catania), Paola Totaro (consigliere del Consiglio di Messina, Barcellona P.G., Patti e Mistretta), Elena Spina (consigliere del Consiglio di Siracusa) e Carmelo Bonanno (consigliere del Consiglio di Ragusa e Modica).

Ulteriori riflessioni saranno oggetto dell’intervento di Gennaro Gigante, che farà da apripista agli interventi di Marisa Scavo (procuratore aggiunto del Tribunale di Catania), di Fabrizio De Nicola (direttore generale dell’Azienda Ospedaliera ARNAS Garibaldi) e delle associazioni territoriali che operano a tutela delle donne.

Articolo precedenteL’educazione in un mondo globalizzato
Prossimo articoloLO IONIO INTERNATIONAL MUSIC FESTIVAL

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here