Valanga sul Gran Sasso, due morti di cui una guida alpina

0
2680

Decine di salvataggi e recuperi, tante imprese sportive difficili dalle quali era sempre tornato senza perdere l’entusiasmo e la voglia di tornare sulle vette. Ha perso la vita sulla sua montagna, quel Gran Sasso dove accompagnava, come questa mattina, tanti appassionati. E dove neanche un mese fa aveva partecipato al recupero delle salme dei due giovani alpini morti durante un’escursione. Pino Sabbatini, guida alpina e volontario del Corpo nazionale Soccorso Alpino (Cnsas) Abruzzo, stavolta non ha potuto salvare se stesso né il compagno di escursione, l’amico David Remigio.

Articolo precedenteRenzi: ‘Non sto nella palude per diktat della minoranza Pd’. Fassina: ‘Se vuoi voto, dillo’
Prossimo articoloLocman, fondatore e ad Pomellato soci

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here