Mons. Satriano sostenitore del Movimento per la Vita

0
241

La nuova nomina Pastorale dell’Arcivescovo di Rossano-Cariati ad Arcivescovo di Bari-Bitonto, ha destato molto stupore nella comunità e procurato sentimenti contrastanti di affetto al proprio pastore, sicuramente di giubilo per la prestigiosa nomina del presule, ma anche di smarrimento per l’inaspettata notizia.
È quanto dichiara il Presidente del Movimento per la Vita di Corigliano-Rossano Natale Bruno esprimendo a nome dei soci i migliori auguri a Mons. Satriano per la nuova nomina episcopale.
Rimaniamo certamente felici dell’importante nomina che Papa Francesco ha conferito al nostro Padre Arcivescovo Giuseppe. Tuttavia – aggiunge – tale notizia di gioia contrasta con i sentimenti dei nostri soci di nostalgia per l’affetto e la devozione che da sempre ci ha legati al nostro pastore. Un pastore fortemente innamorato della difesa della vita in tutte le sue fasi, dal concepimento alla morte naturale, con il quale abbiamo condiviso momenti di bellezza ecclesiale e pro life, riscontrando tanta partecipazione e consenso. In lui abbiamo percepito sin dal suo ingresso nella nostra Arcidiocesi, quel riferimento pastorale con cui impostare tutta la nostra mission sociale, trovando quella vicendevole e rispettosa continuità, perpetuando l’esperienza ultra trentennale del nostro Movimento nel territorio, incominciato con i suoi illustri e venerabili predecessori. Pastore che ci ha sempre riservato un ascolto attento, al quale noi abbiamo sempre ricambiato con laica e libera, ma autentica, collaborazione rispettosa e filiale e che rinnoviamo sin d’ora al successore che la Divina Provvidenza penserà per la Chiesa e la società di Rossano-Cariati, auspicando che possa essere uomo e pastore che conosce bene i meandri e il tessuto sociale della Calabria, soprattutto del nostro territorio.
Bruno ringrazia anche personalmente Mons. Satriano per la fiducia sempre palesata, come la recente conferma di Animatore di Comunità del Progetto Policoro diocesano, anche attraverso quelle paterne e preziose per la crescita personale, di uomo impegnato nel sociale e di cristiano.
Il Presidente del Movimento per la Vita di Corigliano-Rossano, congiuntamente al Consiglio Direttivo e ai soci tutti, conclude ricordando come don Giuseppe – così ha sempre preferito farsi chiamare – rimarrà sempre affettivamente legato nella memoria del Movimento pro Life cittadino, in quanto annoverato tra i presidenti onorari dell’associazione.

Articolo precedenteGlocal 2020: dal 12 al 14 novembre, il festival del giornalismo digitale in streaming
Prossimo articoloMoncalieri Jazz Vive

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here