Berlusconi a Porta a Porta: “Votare sinistra è da decerebrati. C’è un blocco mediatico contro di noi”

1
2936
© ANSA

Roma – Per dire che la sfida elettorale di domenica e lunedì prossimi non è ancora terminata, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ospite a Porta a Porta, usa il gergo che gli è più proprio, quello calcistico. “La partita, nel calcio, finisce dopo 90 minuti. Qui la partita finisce dopo il secondo turno”. Se il primo turno non ha portato alcuna vittoria significativa per il centrodestra, secondo il premier lo si deve alla peculiarità della consultazione elettorale. “Le amministrative sono elezioni particolarissime in cui influisce la scelta e la personalità del candidato e lo scontro con un altro candidato”, ha dichiarato Berlusconi. Ma non è nemmeno colpa dei candidati del centrodestra. Se la Moratti a Milano e Lettieri a Napoli non hanno vinto al primo turno, “c’è un motivo preciso: abbiamo contro di noi un blocco mediatico terrificante” ha dichiarato il capo del governo rifuggendo qualunque responsabilità politica. Alcuni grandi quotidiani come il Corriere della Sera e alcune televisioni come Sky e La7, oltre a “dieci trasmissioni Rai che stanno con la sinistra”, secondo il premier sono schierati contro il centrodestra.

Berlusconi si è detto comunque contento di come sta procedendo la campagna elettorale, durante la quale ha avvertito “più affetto verso di me che in passato forse perché la gente avvertiva il dolore e il disagio per chi è stato assediato dalla magistratura”. I vari processi in cui è stato imputato gli hanno procurato “discredito, fango e angoscia, impedendomi anche spesso di lavorare”. “Leonardo – si è domandato il premier in un improbabile paragone – avrebbe terminato la Gioconda se qualcuno lo avesse preso sempre a schiaffi?”.

Come da copione, il presidente del Consiglio ha attaccato i giudici, che si sarebbero appropriati della sovranità popolare, e l’opposizione. Per Berlusconi “la sinistra che abbiamo in Italia purtroppo è la sinistra più impresentabile del mondo” perché è formata da “partiti diversi, che vanno da Vendola, a Grillo, a Di Pietro, agli ex Pci, che si mettono insieme per raggiungere il potere, ma che si divideranno alla prima decisione importante che dovranno affrontare”.

Il capo del governo se l’è presa in particolare con i candidati sindaco del centrosinistra. “’Vorrei sapere – si è domandato il premier nello studio di Bruno Vespa – come può essere adatto a governare il signor Pisapia, avvocato di De Benedetti, che non ha mai amministrato nemmeno un’edicola di giornali e che adesso ha alle spalle tutta la sinistra estrema e ha presentato in Parlamento soltanto leggi a tutela dei terroristi, a tutela degli eversori, per l’eutanasia”. Mentre il candidato di Napoli Luigi De Magistris sarebbe “un incapace totale, un demagogo, un agitatore politico, un bell’uomo, piace magari alle donne, sa mostrarsi, ma non ha nessuna sostanza”. Secondo Berlusconi è impossibile che “ci sia una persona con la testa sulle spalle che possa votare per il signor De Magistris: se uno voterà per il signor De Magistris vada a casa, si guardi nello specchio e dica: sono un uomo o una donna senza cervello”.

Durante la trasmissione di Bruno Vespa il presidente del Consiglio ha anche dichiarato che vorrebbe lasciare la politica e tornare alla vita privata ma, ha detto, “in questo momento l’unica persona che può tenere insieme le forze politiche del centrodestra si chiama Silvio Berlusconi”. E a chi gli ha domandato se si sia pentito di aver telefonato in questura per far rilasciare Ruby, il premier ha detto che “era normale” che lo facesse e definisce la vicenda “una montatura assurda”. Berlusconi ha tentato anche di fare una battuta sulla questione dicendo di voler “telefonare al nuovo governo egiziano per dire loro che stanno trattando Mubarak in un modo indecente e chiederò la scarcerazione assumendo che è lo zio di Ruby”.

Articolo precedentePisa, inaugurata all’aeroporto Galilei l’esposizione del maestro Manganelli
Prossimo articoloYemen, violente proteste nella capitale

1 Commento

  1. Non sembra vero.
    “…I had a dream! “… anche senza corteccia cerebrale.

    Nel suo testamento biologico, il” Bionano”intende lasciare alcuni suoi organi a “sfortunati”destinatari che , ahiloro, ne sono privi.
    Trattasi di: cervello e glande. (pleonastica distinzione, visto che ,in Lui, funzionalmente si identificano! )

    Per noi, niente panico! Una dose “molecolare” pro capite basta e avanza per tutta l’umanità. (il fattore di crescita farà la sua parte!)

    Gaudeamus igitur!… E’ senza limite la …generosità di Silvio, Ignazio, Daniela Garnero etc. etc.
    Ancora un …raglio, (d’orchestra o solista che sia ) ed è FATTA!!!!!!!!!!!!!!

    “…salimmo su, ei primo ed io secondo
    tanto ch’io vidi de le cose belle
    che porta il ciel, per un pertugio tondo;
    e quindi uscimmo a riveder le stelle. ”

    Evviva la ragione, la dignità, l’etica , la cultura.
    Abbasso l’omologazione, la sudditanza cortigiana supina e servile.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here