Premio Elsa Morante, Dacia Maraini: “La cultura con allegria”

0
151

190_dacia_foto-morettiSi aprirà, infatti, sabato 23 maggio, alle ore 11,00, presso Città della Scienza di Napoli la tre giorni del Premio Letterario Elsa Morante Ragazzi. Il programma coinvolgerà i circa 1500 studenti provenienti da tutta la Campania coniugando letteratura, musica, spettacoli ed importanti piece teatrali.

La giuria presieduta da Dacia Maraini, e composta da Antonio Debenedetti, Maurizio Costanzo, Santa Di Salvo, Francesco Cevasco, Emanuele Trevi, Paolo Mauri, Nico Orengo, Teresa Triscari e Tjuna Notarbartolo, come sempre per la sezione dedicata alla letteratura per ragazzi, pone attenzione anche a tematiche che riguardano l’ impegno sociale: ” Il “Premio Elsa Morante” è una manifestazione che dedica grande attenzione alla crescita culturale dei giovani campani e alla quale intendiamo assicurare il nostro sostegno – dice infatti Alfonsina De Felice, Assessore alle Politiche Sociali della Regione Campania,- Anche quest’anno i testi selezionati si segnalano per le tematiche sociali alle quali stiamo dedicando la nostra massima attenzione: l’immigrazione, l’integrazione, la violenza sulle donne, il giornalismo. Ai tanti alunni delle scuole campane della Giuria popolare e agli organizzatori, un nostro caloroso augurio di buon lavoro”.

I giovani giurati, sceglieranno il super-vincitore tra i tre scelti dalla giuria tecnica: Kledi Kadiu, vincitore con “Meglio di una favola la mia vita” di (Mondadori), Ornella Della Libera con il suo “Florian del cassonetto, storia di un piccolo rom” (Rizzoli), e Fabio Galati con Laura Montanari per “Il mio giornale, manuale per giornalisti in erba” di (Lapis). I tre autori saranno presenti alla cerimonia di premiazione che si terrà il 25 maggio, presso la Sala Newton di Città della Scienza di Napoli.

In programma il 24 maggio alle ore 20, 30 presso Città della Scienza (ingresso gratuito) “Passi affrettati” di Dacia Maraini che affronta il tema della violenza e discriminazione sulle donne. Un lavoro che la Maraini ha creato raccogliendo le denunce di Amnesty International provenienti da tutto il mondo: Tibet, Giordania, Italia, Belgio, Stati Uniti, Nigeria.

Poi il 25 maggio, stessa location, stessa ora, sarà la volta di “’O mare” di Taverna Est (Selezione Premio Ustica e Premio Scenario 2005) che affronta la questione dell’immigrazione e dei CPT. Un lavoro di grande intensità capace di trasmettere emozioni, poesia.

La manifestazione culturale è organizzata dall’Associazione Culturale Premio Elsa Morante con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Sociali e del Settore Cultura della Regione Campania, e con la collaborazione della Fondazione Banco di Napoli per l’Assistenza all’Infanzia e l’Istituto Banco di Napoli.