Dove sta la felicità?

0
258

Tra queste case vecchie

di secoli di storia.

Tra questi mattoni

spaccati dalla salsedine,

ed erosi dalla tramontana,

al numero civico 22,

vivi tu.

 

 

La tua grazia, la tua bellezza,

l’azzurro dei tuoi occhi,

che mi ricordano il mio mare,

le tue braccia eburne

mi hanno fatto innamorare

di questi luoghi.

 

 

Che la mia felicità

non abiti altrove,

dietro alla Sirene marine

ma che risieda, invece, qui,

tra queste pietre,

dove io non pensavo

nepure di fermarmi?

 

Da “Minimilia“, 2007

Lascia un commento