L’Efebo di Mozia in mostra al British Museum

0
162

Londra – Giunta in nave da oggi è a disposizione del grande pubblico del British Museum di Londra. Si tratta dell’Efebo di Mozia.

La statua, in marmo greco-orientale, raffigura un Efebo, un giovane dal corpo atletico.
La scultura è priva delle braccia e dei piedi e la presenza di perni bronzei sul capo fa ritenere che dovesse avere un copricapo. La testa, leggermente inclinata, ha il viso incorniciato da un acconciatura di riccioli a chiocciola. La figura è stante con la gamba sinistra portante e la destra avanzata e flessa. Il braccio mancante doveva essere proteso verso l’alto, il sinistro anch’esso in parte mutilo, piegato con la mano poggiata sul fianco. Il lungo chitone con sottilissime pieghe, stretto da un alta cintura all’altezza dei pettorali, è aderente al corpo e mette in risalto le forme anatomiche e la muscolatura. Al centro della cintura sono presenti gli attacchi per un elemento metallico relativi ad un accessorio.
La fisionomia del volto e la capigliatura sono tipiche dello Stile Severo e trovano confronti con le sculture del Tempio E di Selinunte (C. Marconi ) e con l’ambiente artistico della Magna Grecia con particolare riferimento all’officina di Pitagora di Reggio.

Al British Museum era presente stamani una delegazione della Regione Sicilia rappresentata dall’Asssessore Sebastiano Messineo, dal dirigente generale Gesualdo Campo, Stefano Biondo e Alessandra Merra del servizio museografico, accompagnati dal direttore dell’Istituto Italiano di cultura Carlo Presenti.