Matera, al MUSMA “Il Museo in Musica. La Notte europea dei Musei 2013”

0
1270

Londra – Sabato 18 maggio 2013, in occasione della Notte europea dei Musei, nel corso della quale i musei di tutta Europa resteranno aperti gratuitamente dalle 20 alle 24, il MUSMA. Museo della Scultura Contemporanea. Matera si veste di musica.
Nella suggestiva cornice degli ipogei e al piano nobile di Palazzo Pomarici l’ensemble MaterElettrica, formata dagli studenti della Scuola di Musica Elettronica del Conservatorio Statale di Musica “E. R. Duni” di Matera (Antonio Colangelo, Roberto Di Bello, Luca Disimino, Annunziata Del Popolo, Mariaenza Franco, Bruno Friolo, Marcello Laquale, Davide Pantaleo, Alberto Romano, Francesco Rondinone, Andrea Salvato), diretta dal Prof. Fabrizio Festa, si esibirà in una serie di composizioni elettroacustiche, realizzate specificamente per il MUSMA e per la Notte Europea dei Musei, e con brani di repertorio utilizzando, oltre ai propri strumenti, anche alcune delle sculture (Carlo Lorenzetti, Ibram Lassaw, Claudio Palmieri, Pasquale Santoro) presenti negli spazi museali.
Una performance sperimentale innovativa e sorprendente: i suoni nasceranno dalle collezioni del museo e avvolgeranno ambienti, opere e spettatori in un’atmosfera dal profondo impatto emotivo. Assemblare e armonizzare l’antichissimo linguaggio degli ipogei con quello contemporaneo delle sculture e della sempre innovativa musica elettronica è da tempo uno degli obiettivi che si propone il MUSMA, attento a tutto ciò che di nuovo le diverse forme espressive propongono.
L’esibizione, non a caso, avviene negli stessi giorni della mostra dedicata al “Gruppo 63. Un cinquantenario”. All’interno del celebre gruppo di sperimentatori c’erano anche i musicisti di Nuova Consonanza, un circolo di giovani compositori interessati all’improvvisazione e all’avanguardia, creato nel 1960 da Franco Evangelisti, assieme a Francesco Pennisi e Aldo Clementi. L’esposizione, tra l’altro, documenta quegli anni e la presenza costante dei musicisti e degli artisti, primo fra tanti Franco Nonnis.

La lunga notte del museo parte con la presentazione dei lavori di due giovani artisti (Sergio Breviario e Chiara Camoni) della Collezione AMACI che inizia dal MUSMA il lungo itinerario nei 26 Musei facenti parte dell’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani.
Sergio Breviario espone Anche oggi sono felice, una scultura del 2012, in legno e carta, di cm 181×64, che utilizza in maniera nuova il disegno e la sua percezione. “Disegnare non è riprodurre il visibile bensì scoprire se stessi e gli altri” ha scritto Breviario, tenendo presente una sorta di laboratorio dove la natura misteriosa dei disegni viene accentuata da un allestimento che trasforma lo spazio espositivo in un luogo quasi metafisico.
Chiara Camoni, espone Senza titolo, un mosaico in marmo, del 2012, di cm 185×245, dove le varie tessere seguono un ordine personale, emotivo, dettato dai legami che si instaurano strada facendo tra i vari elementi che segnano il trascorrere del tempo: una sorta di scavo naturale teso a mettere in luce le sotterranee architetture del pensiero.
Le proiezioni, nei diversi ipogei e nella Biblioteca Scheiwiller, dei video su Maria Lai, Inventata da un dio distratto, Joseph Beuys, Transformer, Pipilotti Rist Cinquante-Fifty e Video Works faranno dialogare tre artisti diversissimi eppure sulla strada comune di visioni fluttuanti tra sogno e realtà.
Nel Museo sarà possibile visitare, oltre alla mostra dedicata al “Gruppo 63. Un cinquantenario”, ricca di sculture, disegni, dipinti, opere grafiche, libri, documenti e delle fotografie di Agnese De Donato nella Libreria “Al ferro di cavallo”, fucina dei “Novissimi”, anche l’esposizione costruita sul libro “Il guscio della chiocciola. Studi su Leonardo Sinisgalli”, l’ingegnere-poeta, multiforme figura che tanto ha dato alla cultura italiana. Le fotografie di Mimmo Castellano, in controcanto, raccontano il “Paese Lucano” di 50 anni fa e gli oggetti scolpiti della civiltà contadina. L’intervento di Giuseppe Caccavale aiuta a rileggere in modo nuovo “Vide le Muse” del poeta lucano.
L’inusuale orario di apertura, le mostre e gli eventi, accomunati da originalità e dinamismo creativo, consentiranno di vivere il museo in maniera diversa e a tratti più intensa.
La Notte europea dei Musei è stata creata dal Ministero della Cultura francese nel 2005 e uno dei suoi obiettivi è di unire la tradizionale missione di conservazione, propria di questi “luoghi sacri alle muse”, con la creatività necessaria per rinnovare e far crescere il pubblico degli spazi museali.

Cenni Biografici dei due giovani artisti della collezione AMACI:

Sergio Breviario è nato a Bergamo nel 1974. Vive e lavora a Milano. Vincitore del Premio Lombardia nel 2012 e una menzione speciale al Premio Moroso 2013, tra le sue mostre personali si ricorda: 21 Quadrati (Galleria Marie-Laure Fleisch, Roma 2013), Prototipo di macchina per la conquista del mondo (Centro arti visive Pescheria, Pesaro, 2012); Drawings by 2 (con Marco Bongiorni) (Galleria Marie-Laure Fleisch, Roma, 2011); L’erba del re non fa crescere i fiori (Fabio Tiboni arte contemporanea, Bologna 2010); P.E.P.E. (Galleria Piac, Ragusa 2007) e Diciannove novantasei: mi edifico e ti guardo (Viafarini, Milano 2006). Tra le mostre collettive si ricorda: Arimortis (Museo del 900, Milano, 2013); Punti di Vista (Palazzo Arnone, Cosenza, 2012); Don’t Come If You Care (Het Wilde Weten, Rotterdam, 2011); Difetto come indizio del desiderio (NEON Campobase, Bologna, 2011); A ruota libera (MAXXI Museo delle Arti del XXI secolo, Roma, 2011); Transition. A private matter (Roaming, Praga, Repubblica Ceca, 2010); Non voltarti adesso/ Don’t look now! (Cà Pesaro, Venezia, 2009); Repetita iuvant (Roaming Assab one, Milano, 2008); Thin line: The Exhibition, The Movie!! (VUB, Bruxelles, Belgio, 2005); Thin line 4 (Viafarini, Milano, 2005). Le opere di Sergio Breviario sono presenti in diverse collezioni pubbliche quali la collezione di AMACI e quella del Mart, Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto.

Chiara Camoni è nata a Piacenza nel 1974, vive e lavora a Giustagnana, sulle Alpi Apuane. Si diploma nel 1999 in Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Dal 2000 è direttore artistico dell’Istituto per la Diffusione delle Scienze Naturali di Napoli e tra il 2002 e il 2006 tiene cicli di conferenze presso la sezione didattica del Museo Archeologico Nazionale. Nel 2007 fonda insieme ad altri artisti il MAGra, Museo d’Arte Contemporanea di Granara (PR) e ne segue la programmazione. Fa parte del gruppo Vladivostok. Tra le mostre recenti: Certe Cose, personale presso SpazioA, Pistoia; Prospettive italiane, a cura di Ludovico Pratesi, Palazzo Borghese, Roma; Archéologies Contemporaines, a cura di Aurélie Voltz, Musée de Wurtemberg, Montbéliard; Nell’ordine del discorso, Museo Marino Marini, Firenze; Young Sculpture International Prize, a cura di Claudia Gioia, Fondazione Messina, Casalbeltrame, Novara; Vedere un Oggetto, Vedere la Luce, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Guarene, Cuneo
_________________

IL MUSEO IN MUSICA. PERFORMANCES ELETTROACUSTICHE CON LE SCULTURE DEL MUSMA.
Musma. Museo della Scultura Contemporanea. Matera.
Sabato 18 maggio 2013 ore 20-24
Ingresso gratuito

Ore 20-21
Presentazione delle opere degli artisti del circuito AMACI: Anche oggi sono felice di Sergio Breviario e Senza titolo di Chiara Camoni.

Ore 21-24
MaterElettrica, performances elettroacustiche con gli allievi della Scuola di Musica Elettronica del Conservatorio Statale di musica “E. R. Duni” di Matera
Antonio Colangelo – sintetizzatori, regia del suono
Roberto di Bello – sintetizzatori, regia del suono
Luca Disimino – sintetizzatori, regia del suono
Annunziata del Popolo – arpa
Mariaenza Franco – voce recitante, regia del suono
Bruno Friolo – clarinetto, regia del suono
Marcello Laquale – sintetizzatori, regia del suono
Davide Pantaleo – fagotto, djset, regia del suono
Alberto Romano – basso elettrico
Francesco Rondinone – percussioni
Andrea Salvato – flauto, EWI, regia del suono

Fabrizio Festa – direzione, sintetizzatori, regia del suono

Ore 20-24
Proiezione dei video:
Maria Lai, Inventata da un dio distratto
Joseph Beuys, Transformer
Pipilotti Rist, Cinquante-Fifty e Video Works

__________________

Mostre in corso:
Gruppo 63. Un cinquantenario.
Sculture, disegni, collages, opere grafiche, poesie visive, libri, riviste, immagini, documenti.
MUSMA, 20 aprile – 31 maggio 2013

Il Guscio della chiocciola. Studi su Leonardo Sinisgalli.
Un libro, una mostra delle fotografie di Mimmo Castellano per “Paese Lucano” e l’intervento del giovane artista Giuseppe Caccavale ricordano il poeta – ingegnere lucano
MUSMA, 24 aprile – 31 maggio 2013
__________________________

Prossimo appuntamento:
Carlo Mattioli scultore
Sculture e ceramiche dal 1955 al 1976. Disegni, acquarelli e tempere dal 1938 al 1993.
MUSMA, 1 giugno – 12 luglio 2013
(Inaugurazione sabato 1 giugno 2013, ore 18.30)
__________________________

MUSMA (Museo della Scultura Contemporanea. Matera)
Palazzo Pomarici – Via San Giacomo (Sasso Caveoso)
Tel. 366 9357768
Email: info@musma.it
Sito internet: www.musma.it
Facebook: MUSMA Museo della Scultura Contemporanea. Matera

Informazioni:
Biglietto: visita alla mostra temporanea e alla collezione: € 5.00 (intero) € 3,50 (ridotto)
Apertura: dal martedì alla domenica ore 10 -14 / 16 – 20.
Giorno di chiusura: lunedì (eccetto festivi).