Eurasia & Cacelli & Partners Ltd, insieme per occasioni di benessere

0
361

La cultura si sposa con il business e/o viceversa per creare nuove e reciproche occasioni di benessere ed accrescimento.

E’ questa la mission della partnership tra Eurasia, l’associazione italiana nata per creare, incrementare, promuovere e supportare gli scambi culturali, artistici e sportivi fra l’Italia e l’Azerbaijan, e la Cacelli & Partners Ltd di Londra.

Quest’ultima, occupandosi di M&A, di business strategico per aziende del medio mercato e di editoria online, è il partner di Eurasia per comunicare e progettare soluzioni culturali, artistiche e sportive capaci di aggregare i popoli euroasiatici ed i capitali.

“Eurasia è una giovane realtà, sempre pronta a raccogliere diversi stimoli per migliorare la nostra organizzazione – ha detto Edoardo Panichi, presidente di Eurasia – In questo modo, con questo accordo, riusciremo a migliorare il nostro raggio di azione e il successo dei nostri eventi, che non avranno più visibilità nazionale, ma soprattutto Europea. L’Italia e l’Azerbaijan è uno dei pochi esempi di “amicizia” fra nazioni. Una lezione per tutti conoscere questo raro modello di rispetto e scambio reciproco.”

“Questo accordo di collaborazione – ha spiegato Riccardo Cacelli, Ceo di Cacelli & Partners Ltd – è frutto di una visione moderna, collaborativa e decisamente proiettata verso le generazioni future affinché costruiscano idee e non muri, soluzioni e non chiusure, che abbattano i confini per correre insieme, italiani ed azeri, nella sterminata prateria dell’amore per la conoscenza culturale ed economica,”

Eurasia è un organismo giovane e intraprendente, che spera di giocare un ruolo importante nello futuro scacchiere della cultura internazionale e la Cacelli & Partners Ltd è convinta che nella cultura ci siano i presupposti per il successo di qualsiasi iniziativa economica e le parole di Albert Camus rappresentano il punto di partenza di questo accordo: “Senza cultura e la relativa libertà che ne deriva, la società, anche se fosse perfetta, sarebbe una giungla. Ecco perché ogni autentica creazione è in realtà un regalo per il futuro.”