Londra, giovane pordenonese aggredito con un machete

Italiano aggredito mentre si trovava sulla strada di casa dopo un incontro di lavoro

0
193

Aggredito sulla strada di casa e minacciato con un machete di 40 centimetri, rapinato di due cellulari e del portafoglio senza poter minimamente reagire, sotto shock e spaventato. Ma fortunatamente salvo, nonostante l’enorme spavento. Brutta avventura, venerdì sera, per Antonio Petris, un 32enne casarsese residente a Londra per motivi di lavoro.

La brutale aggressione è avvenuta attorno alle 21 nel quartiere di Archway, nella zona nord della capitale inglese, lungo una strada poco illuminata ma apparentemente tranquilla. Il casarsese di mestiere fa il fonico e si trova nella capitale inglese da qualche mese. Venerdì sera stava rientrando a casa da uno studio con cui collabora. Stava percorrendo una strada laterale rispetto alla principale che conduce alla stazione della metropolitana di Archway quando è stato aggredito da due persone.