L’arma di Caino

0
173

Quarto capitolo della Genesi: Caino uccide Abele. Questo non è soltanto il primo omicidio della storia. È anche uno degli enigmi più sconvolgenti dell’umanità. Perché la Bibbia non rivela un dettaglio fondamentale, l’arma che Caino usò per trucidare il fratello. Cleveland, 1932. Mitchell Siegel viene ucciso con tre colpi d’arma da fuoco. Suo figlio Jerry, sconvolto per la perdita del padre, inizia a fantasticare di un uomo d’acciaio immune ai proiettili, creando così il più grande supereroe dei fumetti: Superman. Anche l’arma utilizzata per l’omicidio di Mitchell Siegel non è mai stata ritrovata. Ma che cosa hanno in comune questi due delitti così lontani? Nulla. Almeno fino a ora. Perché a Fort Lauderdale, in Florida, Cal Harper si trova faccia a faccia con suo padre tornato, dopo anni di latitanza, per portare in salvo un misterioso documento chiamato “Libro delle Bugie”. Tutti lo vogliono morto, compreso il killer tatuato con il marchio di Caino. Perché? Che cosa si nasconde veramente dietro l’arma che ha ucciso Abele? Qual è la relazione tra Mitchell Siegel e il Libro? Solamente Cal potrà scoprire la verità. Ma quella che sta per intraprendere non è un’indagine come tante. È la disperata caccia al più grande segreto della storia dell’uomo, l’origine di tutte le verità, ma anche di tutte le menzogne.
* L’arma di Caino * di Brad Meltzer (Ed. Garzanti, trad. di Alberto Cristofori, pp. 382, euro 18,60).

Lascia un commento