L’oscura morte di Juliana Redding

0
152

Washington — Juliana Redding è arrivata dall’Arizona a Los Angeles con pochi soldi e molti sogni. Voleva fare l’attrice o la modella, sperava almeno di riuscire a sfiorare se non a toccare il fascinoso mondo delle stelle. E all’inizio, malgrado avesse solo 18 anni, sembrava esserci riuscita ottenendo una particina in un film indipendente e qualche foto su una rivista. Ma era troppo poco per vivere. Così, in attesa della svolta, Juliana si arrangiava come cameriera in un paio di locali della colorata Venice Beach. Lavori part-time che le portavano un po’ di dollari per pagarsi gli studi al college e qualche amicizia fugace. Ed è forse tra i clienti del bar che oggi dovrebbero cercare il suo assassino, l’uomo — o la donna — che l’ha uccisa un anno fa.