Somalia, Msf in fuga per scontri

0
228

La ripresa degli scontri a Mogadiscio, capitale della Somalia, ha costretto alla fuga la maggior parte degli abitanti dei distretti Yaqshid, Karan e Abdul Azziz, nel nord della città. A riferirlo è Medici senza frontiere (Msf), che parla di una città sprofondata nel caos, per i continui bombardamenti, le esplosioni e i combattimenti tra i diversi gruppi armati in cui hanno perso la vita decine di civili. Come conseguenza, Msf ha chiuso i suoi centri di salute della zona, come la scorsa un ospedale pediatrico e tre cliniche nel nord di Mogadiscio.

Lascia un commento