Francia: Simone Veil è la sesta donna “immortale” dell’Academie

0
134

 Parigi – Donna politica, umanista, ebrea sopravvissuta alla Shoa, e poi ministro, presidente del Parlamento europeo e membro del Consiglio Costituzionale.   
    Simone Veil, 82 anni, diviene un’immortale e varca ufficialmente la soglia dell’Academie Francaise, gotha della cultura francese, in cui rappresenterà la sesta presenza femminile dopo quelle di Marguerite Yourcenar, entrata nel 1980, Jacqueline de Romilly (1988), Helene Carrere d’Encausse (1990), Florence Delay (200) e Assia Djebar (2006).    “Le donne hanno un’altra visione della società – ha detto
la Veil in un’intervista a France Soir – ed é importante che diano il loro sguardo, spesso più pratico e più concreto di quello degli uomini”. Fondata nel 1635 dal cardinale Richelieu l’Academie francaise ha lo scopo di fissare le regole e di far rispettare la lingua di Moliere.
    Nata nel 1927 a Nizza da madre ebrea, la Veil fu deportata ad Auschwitz nel 1944. Con Jacques Chirac entro nell’entourage
del governo per poi diventare la prima donna presidente del Parlamento europeo fino al 1982.

Lascia un commento