Yemen, proteste con morti a Taiz

0
280

 Dodici i morti e trenta feriti. Questo il bilancio della manifestazione a Taiz, sud dello Yemen. Dopo le violenze degli ultimi giorni, oggi un altro episodio.

Sono ormai tre mesi che il paese è teatro di proteste di massa, spesso concluse con vittime. Donne e uomini di ogni classe sociale contro il presidente Ali Abdullah Saleh, al potere dal 1978. Così dopo Egitto, Tunisia e Algeria anche nello Yemen è scoppiata la rivolta.
Taiz è fra le zone dove la presenza di sostenitori a Saleh è alta, quindi con forti possibilità di scontri. Registrate violenze anche a Hudaida, dove la polizia ha ucciso nove manifestanti. Secondo un medico dell’ospedale cittadino, molti contusi anche a causa di gas e lancio di pietre.

Intanto l’opposizione ha chiesto di nuovo al Saleh di lasciare immediatamente l’incarico. Questi ha risposto che lo farà nel 2012. Ciò nonostante, continuano gli spargimenti di sangue.

Matteo Melani