Strauss-Kahn, cameriera conferma le accuse

0
493

“Voglio vederlo in prigione”. Così Nafissatou Diallo (foto), la cameriera accusatrice di Dominique Strauss-Kahn  torna sulla vicenda.

“Deve capire-dichiara la donna delle pulizie, riferendosi a Strauss-Kahn – che ci sono posti dove non puoi usare potere o soldi”. L’ex direttore del Fmi è stato arrestato il quattordici maggio scorso, in seguito alle accuse di stupro di questa donna. Dopo sei giorni di detenzione, è stato scarcerato su cauzione. La cameriera racconta quell’episodio come una violenza sessuale. Spiega di essere entrata nella sua camera d’albergo, credendo che fosse libera. Al suo ingresso, dice Nafissatou Diallo, un uomo nudo ha cercato di violentarla.

Questo fatto ha causato molte magagne al francese, vista la sua posizione. Prima le dimissioni dal Fondo monetario internazionale, poi una potenziale perdita di consensi nel partito socialista. La donna comunque dice che questa situazione non è un complotto, confermando tutte le accuse. Intanto Dominique Strauss-Kahn continua a dire che si è trattato di un rapporto consensuale, con i suoi legali parlano di ennesima falsità.

Lascia un commento