Esplosioni sono state udite vicino al palazzo del killer di Tolosa

0
147

Due esplosioni sono state udite vicino al palazzo del killer di Tolosa, dove è in corso un blitz delle forze speciali di polizia per catturare il killer della strage nella scuola ebraica. L’uomo avrebbe telefonato nella notte a un giornalista di France 24. Intanto, il presidente francese,Sarkozy ha convocato all’Eliseo i ministri per affrontare gli sviluppi della situazione a Tolosa. Subito dopo, informa un comunicato dell’Eliseo, il presidente riceverà i capi delle comunità ebraica e musulmana.

L’uomo accerchiato dalla polizia francese ha affermato di aver voluto”vendicare i bambini palestinesi” e di aver agito anche per vendetta contro gli interventi internazionali dell’esercito francese.

L’uomo di origine algerina ma di nazionalità francese, 24 anni, che dice di essere un mujaheddin e di appartenere ad Al Qaeda, era noto da tempo ai servizi di informazione francesi come persona vicina ai gruppi islamici più radicali;si faceva chiamare Mohamed Il 24enne era già stato arrestato a Kandahar, in Afghanistan, per reati comuni.L’abitazione dell’uomo,in rue Sergent Vigne, dove ora è accerchiato dalla polizia, è a 3 km dalla scuola Ozar Hatorah dove ha compiuto la strage.

Lascia un commento