Israele piange i suoi ragazzi e prepara ritorsioni su Gaza

0
82

”Un baratro morale ci separa dai nostri nemici” ha detto il premier israeliano Benyamin Netanyahu nei funerali dei tre ragazzi uccisi in Cisgiordania. ”Loro celebrano la morte, noi la vita. Loro inneggiano alla crudelta’, noi alla pieta’ ”. ”Questa e’ la base della nostra forza”, ha affermato il premier israeliano in merito al ritrovamento dei corpi di tre ragazzi ebrei rapiti il 12 giugno in Cisgiordania. Oggi si svolgono i funerali a Nof Ayalon, ad Elad ed a Talmon, i luoghi di origine delle tre vittime.