Proprietà intellettuale e competitività delle PMI

0
273

Si è svolta a Roma il 10 e 11 dicembre 2009, presso la sede del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, la “Conferenza internazionale sulla Proprietà Intellettuale e la competitività delle micro e piccole e medie imprese”, patrocinata dalla Presidenza della Repubblica, e organizzata e finanziata da CNEL, Ministero degli Esteri, Ministero dello Sviluppo Economico, dall’Organizzazione Mondiale per la proprietà Intellettuale delle Nazioni Unite e dall’Ufficio Brevetti e Marchi degli Stati Uniti. Il passaggio all’economia della conoscenza, la forza economica delle Micro, Piccole e Medie imprese; l’innovazione, il sistema dei diritti della proprietà intellettuale e il rapporto con la competitività: queste le tematiche al centro della Conferenza. L’Italia è uno dei principali attori innovativi al mondo, con circa 11 mila domande di brevetto presentate ogni anno all’ “Ufficio italiano brevetti e marchi”. Le imprese italiane perseguono una tipologia di innovazione soprattutto di tipo incrementale e non formalizzata, che consente di esportare ed essere competitive. L’obiettivo è la crescita della consapevolezza delle opportunità che un’adeguata conoscenza del sistema dei diritti della proprietà intellettuale può fornire in termini di competitività, per mantenere un ruolo centrale nello sviluppo dell’economia della conoscenza del XXI secolo.