Tassa di soggiorno a Roma Capitale, Ada Lazio: “Profonda contrarietà”

0
1099

Roberto Necci
Roberto Necci
Londra – L’ ADA LAZIO, Associazione Direttori d’Albergo del Lazio, esprime profonda contrarietà all’ aumento della tassa di soggiorno prevista dalla giunta di Roma Capitale.

L’ ADA LAZIO denuncia l’ impossibilità del mercato di recepire l’ennesimo aumento sopratutto in assenza di un miglioramento dei servizi della città che ha da anni nodi irrisolti: trasporti, decoro urbano e sicurezza fra i principali.

Il Presidente Regionale di ADA LAZIO Roberto Necci ha invitato il Sindaco di Roma Ignazio Marino ed i membri della giunta affinchè trovino alternative , compatibili con il bilancio, atte a scongiurare questo ennesimo balzello gravante sui turisti e sulle aziende alberghiere in un momento particolarmente difficile per il settore turistico e l’ economia in generale.

La preoccupazione espressa dal Presidente Regionale Roberto Necci riguarda anche i livelli occupazionali delle aziende che in virtù di minori flussi potrebbero essere ridotti.

L’ Associazione dei Direttori d’Albergo si è resa disponibile attraverso le sue professionalità nel fornire assistenza all’ Amministrazione Comunale ed ai singoli Assessori nella risoluzione delle problematiche di bilancio gravanti sul Comune.

Lascia un commento