Libia, Gran Bretagna:” Ribelli unici interlocutori”

0
458

“Dialoghiamo solo con il Comitato di transizione”. Così il ministro degli esteri inglese William Hague spiega la decisione inglese di espellere i diplomatici libici, per far posto ai ribelli.
Una scelta che farà discutere, ma in linea con il comportamento della Gran Bretagna dall’inizio della missione Nato.
“Vogliamo riconoscere il Cnt– dichiara Hauge- come unico interlocutore, per avere una Libia più aperta e democratica”. Così il corpo diplomatico adesso a Londra, dovrà lasciare. Per alcuni osservatori potrebbero esserci ripercussioni legali, ma il ministro smentisce. Insieme ad americani e francesi, gli inglesi sono stati i paesi che con i bombardamenti del quindici marzo scorso hanno iniziato la guerra. Seguiti poi da Italia e Quatar.

“L’annuncio di oggi-conclude- ci sprona a continuare nella missione per dare assistenza al popolo e sconfiggere il regime”. Commenti positivi anche dall’opposizione laburista.

Lascia un commento