Giovani cuochi per gli Emirati Arabi

0
192

Diventeranno cuochi per gli Emirati Arabi. Chef di bordo per esportare il Made in Italy, in questo caso gastronomia di qualità. É “Replay Estensione, un progetto della Presidenza del Consiglio dei ministri, dipartimento per lo sviluppo e la competitività del Turismo, realizzato con l’assistenza tecnica di Enit e della sua società controllata “Promuovi Italia”. Lo scopo è fornire i soggetti disoccupati o svantaggiati opportunità di orientamento e formazione. Il tutto, con il supporto del gruppo Ferretti. Un corso di alta formazione che ha la sua base operativa all’Elba, presso il Cescot.
 Durante il corso di 180 ore, i partecipanti avranno modo di specializzare le proprie competenze sia in aula che in cucine professionali e affronteranno materie quali la sicurezza a bordo, i menu per la navigazione, caratteristiche tecniche delle imbarcazioni, lingua inglese, galateo di bordo, le «rotte del gusto», ossia i menu tipici delle regioni toccate durante la navigazione. Vi, partecipano 15 giovani provenienti dal Sud Italia selezionati tra oltre 50 candidati. Ai partecipanti (disoccupati o svantaggiati residenti nelle Regioni ex Obiettivo 1) è riconosciuta una borsa lavoro mensile, l’alloggio, un’indennità sostitutiva di mensa, il rimborso dei costi per i trasporti pubblici locali ed a lungo raggio, la copertura assicurativa (Inail e RCT) e l’assistenza di tutor didattico-organizzativi.
 Sono giovani del sud. Provengono dalla Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia.
 Francesco Montera è il direttore generale di Promuovi Italia.
 Dice: «Questo corso di alta formazione per chef di bordo è un progetto su cui noi puntiamo molto e che è stato condiviso dal neo Ministro del Turismo, Michela Vittoria Brambilla. A questo proposito voglio ribadire il nostro impegno nel volere venire incontro ai giovani meridionali, i giovani calabresi ancora di più, perchè, più degli altri, protagonisti deboli di una crisi pesante». Il Direttore Generale di Promuovi Italia riconosce che la nomina di Michela Vittoria Brambilla a nuovo Ministro del Turismo «rappresenta un segnale positivo per la politica nazionale e sono sicuro- aggiunge – la nomina della Brambilla ai vertici del dicastero del turismo darà all’intero comparto turistico meridionale un contributo fondamentale, soprattutto nel processo di crescita di nuove figure professionali e di nuova alta formazione. Nessuna politica turistica seria – continua Montera – potrà più prescindere da questi meccanismi di selezione del nostro personale, ma tutto questo vale ancora di più in Regioni come la Calabria o la Sicilia o la stessa Puglia, dove il turismo rimane fonte di reddito privilegiato. A queste figure così altamente specialistiche – conclude Montera – come può esserlo uno chef di bordo sono interessati i grandi mercati internazionali, soprattutto gli Emirati Arabi che guardano al Made in Italy e alla nostra tradizione con un’attenzione che deve riempierci di orgoglio nazionale».

Lascia un commento